Il tuo browser non supporta JavaScript!

Altre branche della medicina

Terapia ricostruttiva interpersonale per la rabbia, l'ansia e la depressione

Lorna S. Benjamin

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2019

pagine: 365

Lorna Benjamin mostra come utilizzare la Terapia ricostruttiva interpersonale (TRI) per modificare gli schemi disadattivi relativi alla percezione soggettiva del senso di sicurezza e di minaccia. Secondo la teoria della TRI, i pazienti che soffrono di manifestazioni disfunzionali della rabbia, dell'ansia o della depressione stanno rievocando le lezioni disadattive sulla gestione degli affetti apprese, durante i primi anni di vita, dai genitori e da altre figure di attaccamento. Per esempio, una donna che soffre di depressione e ha paura di affermarsi potrebbe inconsapevolmente rivivere la sua infanzia, durante la quale farsi sentire era pericoloso e portava al rifiuto, persino all'abbandono, da parte delle figure di attaccamento. Attraverso la Terapia si offrono ai pazienti gli strumenti per sostituire le versioni interiorizzate delle figure di attaccamento, al fine di costruire una base sicura interiore. La TRI permette di adottare tecniche differenti, purché utili alla formulazione del caso, ed è compatibile con l'uso di psicofarmaci necessari per la gestione dello stress. Le ricerche sulla sua efficacia sono state condotte su una popolazione di pazienti definiti "resistenti al trattamento". Prefazione di Luigi Cancrini e Francesco Colacicco.
35,00

L'uomo tutto interno. Biografia di Carlo Livi, psichiatra dell'Ottocento

Martina Starnini

Libro: Copertina morbida

editore: FIRENZE UNIVERSITY PRESS

anno edizione: 2019

pagine: 407

Il volume ricostruisce la biografia di Carlo Livi (1823-1877) focalizzandosi sulla sua opera medico-psichiatrica e sul suo percorso di uomo e di intellettuale vissuto durante il Risorgimento. Livi fu una figura chiave della psichiatria italiana, a metà strada - nella pratica e nell'elaborazione teorica - tra l'ottimismo terapeutico del primo Ottocento e il pessimismo della psichiatria post-darwiniana. Lo studio evidenzia come il trattamento morale applicato dalla psichiatria ottocentesca in tutta Europa si intrecci in questo caso con le vicende risorgimentali. L'istanza moralizzatrice ed educativa e lo studio antropologico dell'uomo erano rivolti ai malati, ai pazzi, ai bambini, ai criminali e al popolo per realizzare un progetto nazionale e laico di rigenerazione sociale del paese.
13,90

Fuga dal cibo gustoso

Roberto Pani

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Editore

anno edizione: 2019

pagine: 96

La cucina mediterranea, baluardo della nostra nazione, subisce variazioni culturali che l'hanno relegata alla mera conta delle calorie. Nord e Sud, da sempre diversi nelle tradizioni culturali e alimentari, oggi rischiano di assomigliarsi in questo assottigliamento.
20,00

La psicoterapia postrazionalista. Casi clinici, metodi di intervento e aspetti applicativi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2019

pagine: 310

Quali sono gli strumenti del mestiere di uno psicoterapeuta postrazionalista? Cosa avviene all'interno delle dinamiche di un incontro con il paziente? L'intento di questo lavoro è affrontare tali argomenti attraverso esemplificazioni cliniche su quello che realmente succede nell'ambito della pratica psicoterapica. Si vuole descrivere il "come si fa" in una psicoterapia postrazionalista, considerando nelle differenti evenienze e spiegando gli aspetti applicativi del metodo, basato sull'epistemologia, la teoria della complessità, gli studi sull'attaccamento e quelli sull'identità narrativa. L'attività dello psicoterapeuta è un lavoro solitario, in cui spesso si ha la necessità di possedere una chiara direzione di percorso e più si procede con l'esperienza clinica più s'impone un confronto sui problemi che si incontrano nella pratica dell'intervento con il paziente. Partendo esclusivamente da casi clinici, vedremo il dispiegarsi dell'approccio postrazionalista, che affronta nello specifico le diverse problematiche che possono presentarsi durante il trattamento, articolandole con le varie tipologie di pazienti: dai disturbi psicopatologici lievi o gravi ai temi esistenziali, nella ricostruzione attiva di quel Significato Personale peculiare di cui l'individuo è portatore.
36,00

Una bocca sana per un corpo sano. Come prevenire e curare le disfunzioni dell'organo amsticatorio

Veronica Vismara

Libro: Copertina morbida

editore: Trigono Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 328

Quale è il modo corretto di deglutire? E di masticare? Come dovrebbe avvenire correttamente la respirazione? E se mastichi o deglutisci male, o serri i denti di notte o di giorno, cosa può succedere? Quali sono i danni che possono presentarsi? Questo libro tí aiuterà a capirlo attraverso test di auto-analisi, rivolti ad intercettare precocemente un cattivo funzionamento dell'organo masticatorio. Comprenderai quindi se stai facendo qualcosa che ti sta danneggiando e dove. Non basta: te conseguenze di un cattivo funzionamento dell'organo masticatorio hanno effetti solo a livello della bocca, o anche in altre parti del tuo corpo? A che età quindi è utile iniziare a controllare il buon funzionamento dell'organo masticatorio? In questo libro scoprirai come funzionano i tuoi muscoli masticatori e com'è possibile rieducarli qualora funzionino male. Avrai a disposizione molti esercizi per rieducare le funzioni della masticazione, della deglutizione, della respirazione, ma anche esercizi per lasciare andare abitudini malsane come il serramento e il bruxismo. Ti offrirò inoltre dei suggerimenti per eliminare le "cattive abitudini" nei bambini, come la suzione del dito o l'onicofagia. Un manuale per tutte le persone "non del settore" che sentono che qualcosa "non va" nella loro bocca e magari non capiscono cosa. Ma dedicato anche ai professionisti, che potranno trovare una visione dell'organo masticatorio estesa a tutte le sue funzioni e alle conseguenze che possono derivare da un suo malfunzionamento.
22,00

Atque. Critica del vissuto

Libro: Copertina morbida

editore: MORETTI & VITALI

anno edizione: 2019

"A partire dal fatto che «atque» rivolge la propria attenzione verso la psicoterapia ponendola in stretto rapporto con i contributi delle discipline scientifiche e la riflessione contemporanea, questo fascicolo intende criticare l'idea di "vissuto" come accesso privilegiato alla mente e, confutando le nozioni di io e di soggettività che tale idea veicola, intende altresì evidenziare come l'individuo sia fondamentalmente un teatro di processi oggettivi, dove i relativi significati vengono costituiti in modo congiunto dai partecipanti nel corso dei progetti che concretamente accadono all'interno dei sistemi delle norme collettive. Con questa critica si vuole non già negare gli enti o gli stati mentali bensì far uscire dalla sterile separatezza in cui finirebbero col trovarsi: lo spiegare e il comprendere, il quantitativo e il qualitativo, la natura e la cultura, i fatti e i valori, ma anche l'esteriore e l'interiore, il tempo esteriore e quello interiore, la superficie e il profondo, l'ordinamento oggettivo e quello soggettivo del passato. E facendo decadere tali distinzioni solo apparentemente alternative, si vuole per l'appunto mostrare il loro vivo coinvolgimento e la loro reciproca (co)determinazione, come accade quando le cose si danno a vedere da un punto di vista sistemico. Allontanandoci criticamente dalla separazione tra scienze della natura e scienze dello spirito, e dal contesto coscienzialistico della fenomenologia di Husserl, intendiamo affrontare una serie di questioni che nella vita collettiva, nella vita privata e in quella "cura parlata" che è il trattamento psicoanalitico e più in generale psicoterapeutico, sono tra loro intrecciate, per esempio: la storia, la memoria, l'esperienza e il linguaggio." (Fabrizio Desideri e Paolo Francesco Pieri)
20,00

EMDR. Il manuale. Principi fondamentali, protocolli e procedure

Francine Shapiro

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2019

pagine: 706

Questa nuova edizione del "Manuale" di Francine Shapiro, creatrice dell'EMDR, è una guida all'applicazione del metodo a un'ampia gamma di disturbi clinici ed è rilevante per chiunque apprezzi questa terapia, che sia ancora inesperto o che utilizzi tale approccio già da tempo. La terapia EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), sviluppata originariamente per il trattamento del disturbo da stress post-traumatico, viene ora utilizzata per un'ampia varietà di disturbi. Questa nuova edizione del manuale di riferimento per il metodo EMDR, rivista e ampliata da Francine Shapiro, riflette più di quindici anni di importanti sviluppi a livello terapeutico e di ricerca, comprese le scoperte provenienti dagli studi clinici e neurofisiologici, e illustra le novità e le revisioni nei protocolli, nelle applicazioni cliniche e sviluppatrice del metodo. Il testo illustra lo sviluppo dell'EMDR e i suoi fondamenti teorici ed empirici. Le otto fasi del trattamento sono descritte dettagliatamente, e per ciascuna di esse viene fornita un'estesa guida clinica. Oltre alla cura di specifiche popolazioni di pazienti con una storia traumatica, Shapiro illustra in che modo la terapia può essere adattata al trattamento di individui che soffrono di un'ampia gamma di problematiche, come trauma complesso, disturbi d'ansia, depressione, dipendenza da sostanze e dolore cronico. Prefazione all'edizione italiana di Isabel Fernandez.
54,00

Tracce di percorsi clinici. Corpo e danzamovimentoterapia

Cinzia Saccorotti

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2019

pagine: 214

L'autrice conduce chi lavora nell'ambito della cura e usa lo strumento corpo in un percorso graduale di approfondimento, gettando le basi di una pratica terapeutica: la creatività, il corpo e il suo linguaggio possono, infatti, diventare potenti strumenti di formazione, trasformazione e condivisione. Inserendosi nel dibattito attuale sulla mission di cura, il volume presenta un modello applicativo di danzamovimentoterapia, sistematizzato negli anni di una lunga esperienza professionale, sostenuto da ipotesi procedurali, teorie, fasi di lavoro e pratiche specifiche riferibili ai vari contesti applicativi, da quello clinico a quello educativo. Affronta quindi le tematiche cliniche più diffuse attualmente e le descrive con un duplice sguardo: quello critico, di lettura dei segni e dei sintomi, necessari a soddisfare i criteri diagnostici ma soprattutto con quello di chi dà valore all'esperienza e alla singolarità dell'individuo, al suo vissuto affettivo, umano, di relazione con il mondo e alle sue potenzialità. In ogni area clinica descritta, vengono identificati una serie di obiettivi e strumenti per perseguirli, che costituiscono un valido riferimento per la formulazione di progetti di intervento. Al centro, la ricerca del fuoco sacro, il recupero della dimensione collettiva, una sfumata, ma presente, visione antropologica che sottende la necessità di nuovi paradigmi della cura, il soffermarsi sulle funzioni terapeutiche dei rituali, l'attenzione al corpo in tutte le sue incarnazioni. All'interno di queste riflessioni il testo si offre anche come contributo al percorso di ricerca antropologica denominato Expression Primitive, che nelle sue varie declinazioni e contaminazioni, da anni influenza la storia della danzaterapia. Per la prima volta in Italia vengono descritti gli insegnamenti teorici e la prassi del suo fondatore Herns Duplan, che l'autrice ha raccolto in 25 anni. Il testo si rivolge a danzamovimentoterapeuti, studenti in formazione, arteterapeuti, psicologi, educatori, operatori sociali, ma anche chi lavora nell'ambito della relazione e dell'educazione.
28,00

Aspetti psicologici e clinici della malattia cronica. La presa in carico del paziente affetto da fibrosi cistica nelle varie fasi della vita

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2019

pagine: 272

Vivere con la malattia cronica rappresenta un grande impegno per i pazienti e i loro familiari. Un impegno sostenuto quotidianamente a causa di ciò che la malattia richiede in termini di necessità di cura, ma anche per il carico emotivo che è implicito nel vivere la cronicità. Sono presenti, infatti, importanti vissuti che affaticano la costruzione personale e condizionano negativamente la qualità della vita. Tra questi il senso della diversità, della precarietà e dell'impotenza di fronte a quanto la malattia richiede in termini di interventi terapeutici e controlli sanitari. In alcune patologie croniche, come la fibrosi cistica, accanto a ciò si aggiunge anche l'angoscia di morte che nasce dalla caratteristica progressione della malattia poiché, nonostante oggi alcuni farmaci possano incidere sul difetto di base e rallentare il deterioramento d'organo, essa viene ancora definita una malattia ad esito infausto precoce. Lo psicologo che lavora con i pazienti affetti da fibrosi cistica deve considerarli globalmente e sapere individuare all'interno delle loro narrazioni, ed anche in ciò che non riescono a narrare e narrarsi, i nuclei della difficoltà a strutturare un proprio progetto di vita. Questo volume vuole offrire ai giovani psicologi un'indicazione e una riflessione in tal senso.
33,00

Arte reclusa. Le evasioni possibili

Adolfo Ferraro

Libro: Copertina morbida

editore: ROGIOSI

anno edizione: 2019

pagine: 86

Il testo affronta, anche utilizzando il meccanismo del racconto, il complesso rapporto che esiste tra la salute mentale e l'espressione creativa nel mondo recluso ed escluso, attraversando simbolicamente una zona definita grigia ma in realtà carica di colore - che delimita il confine antinomico tra presunta follia e presunta sanità mentale, tra la norma e il suo contrario, tra utopia e realtà, tra Arte e cialtroneria, tra bontà e cattiveria, tra accettazione e rifiuto. Esso raffigura le produzioni creative raccolte nelle carceri, nei servizi di salute mentale, nelle comunità terapeutiche della Campania, dove si realizza un modello che impone, tra le sue principali risorse, quello di modificare le capacità espressive di chi è recluso/escluso, annullando l'identità con l'omologazione, o con un numero di matricola o di pratica burocratica o con una divisa. Ma in realtà (e paradossalmente) nella zona grigia che diventa luogo l'Espressione si insinua nelle maglie della reclusione e dell'isolamento, e può rappresentare un mezzo di fuga, il racconto di un desiderio (magari terrifico), una possibilità figurativa (magari inquietante), e non sempre e solo un sintomo. "Arte Reclusa" è il racconto di una evasione, è la rappresentazione di un gioco collettivo che utilizza i linguaggi artistici di chi non è necessariamente artista, è la ricostruzione di vite che la malattia o il carcere non sono riusciti a sconfiggere. È un viaggio nella zona grigia, che raccoglie ed espone materiale creativo che viene prodotto dalle attività che utilizzano linguaggi dell'arte come modalità riabilitativa in luoghi tendenzialmente deputati alla reclusione e all'esclusione.
18,00

EMDR e disturbi sessuali

Elena Isola, Bruna Maccarrone

Libro: Copertina morbida

editore: Astrolabio Ubaldini

anno edizione: 2019

pagine: 208

In un'epoca di cambiamenti sociali e culturali così rapidi e significativi, per orientarsi nella cura dei vari disturbi legati alla sfera della sessualità si rende indispensabile un approccio interdisciplinare. L'EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), nato come metodo innovativo per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress e specializzatosi negli anni nel trattamento di numerose psicopatologie, affronta la cura delle disfunzioni sessuali da molteplici punti di vista: cognitivo, emotivo e corporeo. Partendo da un'idea del comportamento sessuale come 'unità psicosomatica', il metodo EMDR si rivolge alla globalità del paziente con l'obiettivo di ristabilire uno stato di 'salute sessuale': non solo assenza di disfunzioni e malattie, ma condizione generale di benessere fisico, emotivo, mentale e sociale. L'indagine clinica è dunque chiamata a occuparsi non soltanto delle componenti biologiche, ormonali, vascolari e in alcuni casi iatrogene delle disfunzioni, ma anche degli aspetti più strettamente psicologici e relazionali del paziente. Dopo un'accurata e approfondita disamina delle patologie e disfunzioni sessuali, trattate separatamente per quanto riguarda l'universo femminile e quello maschile, le autrici si concentrano sulle origini traumatiche dei disturbi di natura sessuale, portando in campo una lunga esperienza clinica con vittime di abusi e storie di attaccamento affettivo negative. Prefazione di Isabel Fernandez.
18,00

La teoria polivagale nella terapia. Prendere parte al ritmo della regolazione

Deb Dana

Libro

editore: Giovanni Fioriti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 232

"Questo libro è stato concepito per aiutarvi a portare la Terapia Polivagale all'interno della vostra pratica terapeutica. Fornisce un approccio approfondito all'intervento, attraverso la presentazione dei diversi modi di comprendere le risposte autonomiche e modellare un sistema nervoso autonomo al servizio della sicurezza. Grazie a questo libro, imparerete la Teoria Polivagale e utilizzerete esercizi teorici e sperimentali per applicare tale conoscenza alla pratica. La sezione I, "Familiarizzare con il sistema nervoso", introduce la scienza della connessione e crea una dimestichezza di base con il linguaggio della Teoria Polivagale. Questi capitoli hanno lo scopo di presentare gli elementi fondamentali della Teoria Polivagale attraverso la costruzione di fondamenta solide di conoscenza e preparando il terreno per il lavoro con le applicazioni cliniche presentate nella restante parte del libro. La sezione II, "Tracciare una mappa del sistema nervoso", si concentra sull'apprendimento del riconoscimento dei pattern del sistema di risposta polivagale. Gli esercizi presentati in questi capitoli hanno lo scopo di creare la capacità di identificare in modo prevedibile una collocazione individuale all'interno della gerarchia autonomica. La sezione III, "Navigare all'interno del sistema nervoso", si basa sulle nuove competenze acquisite nell'identificazione di stati autonomici e integra i passi successivi del processo: imparare a monitorare i pattern di risposta, riconoscere i trigger e identificare le risorse di regolazione. La sezione IV, "Modellare il sistema nervoso", esplora l'utilizzo di percorsi passivi e attivi per giungere al tono del sistema nervoso autonomo e rimodellarlo allo scopo di incrementare la flessibilità di risposta. Questi capitoli offrono diversi modi di sfruttare le capacità di regolazione del sistema ventro-vagale attraverso interventi ed esercizi sul momento che iniziano a guidare il sistema verso la ricerca di una sicurezza nell'ambito della connessione". (dalla Presentazione)
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.