Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura

Nostalgia della bellezza

Angelo Crespi

Libro: Copertina morbida

editore: Giubilei Regnani

anno edizione: 2021

14,00

Progettare beni comuni. Da vuoti urbani a luoghi della comunità

Paolo Cottino, Alice Franchina

Libro: Copertina morbida

editore: PACINI EDITORE

anno edizione: 2021

pagine: 144

Il progetto del Giardino Marco Adolfo Boroli nel quartiere Sant'Andrea a Novara.
18,00

Le ville di Ronchi e Poveromo. Architetture e società 1900-1970. Testo inglese a fronte

Libro: Copertina morbida

editore: PACINI EDITORE

anno edizione: 2021

pagine: 336

La Società degli Amici dei Ronchi e Poveromo è nata nel 1961 con lo scopo "di difendere e proteggere le zone di Ronchi e Poveromo". Da allora sono proseguite le battaglie ambientaliste e nuove iniziative sono seguite per la conservazione della storia di coloro che dagli anni Trenta hanno frequentato questi luoghi. Sono stati editi così tre libri: Ronchi-Poveromo. Natura e memoria, a cura di A. Zorzi Giustiniani, Bandecchi&Vivaldi 2007; Poveromo Terra di poeti e sognatori, Maschietto, Pontedera 2016 e adesso di M. Nocchi e S. Nicoli, Le ville dei Ronchi e Poveromo, architetture e società 19001970, Pacini, Pisa 2020.
38,00

Lezioni di urbanistica. 18 temi per discutere

Pasquale Mistretta

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2021

Questa raccolta di temi, sotto forma di lezioni tenute dall'autore nell'Università di Cagliari, vuol mettere a confronto i fattori fondanti la disciplina urbanistica a partire dagli anni '60 del secolo appena trascorso con le straordinarie componenti del sistema territoriale nel quale le discipline urbanistiche (non più una sola) devono da un lato indirizzare i processi di crescita e dall'altro garantire la sintesi più equilibrata tra tutte le materie che agiscono in campo tecnico, sociale, economico e politico.
15,00
28,00

Informal rooting. Un atlante in divenire

Alessandro Tessari

Libro: Copertina morbida

editore: List

anno edizione: 2021

pagine: 264

Il lavoro parte dalla constatazione che è in atto a livello globale un processo di radicamento nella metropoli contemporanea delle città informali che si strutturano su sé stessi e permangono, si sedimentano nell'immaginario collettivo producendo un inedito mutamento socio-culturale. Questo cambio di paradigma genera sempre più diffusamente processi di "non sostituzione" che si esprimono anche attraverso il corpo fisico di questi insediamenti che cominciano a mutare e ad assumere logiche di stabilizzazione e ri-organizzazione. Il lavoro si propone di affrontare in modo sistematico e rigoroso la lettura di questo fenomeno analizzando da un punto di vista morfologico il tessuto urbano di quattro favelas di Rio de Janeiro, ambito di osservazione privilegiato sull'informalità. Questi territori, dopo essere stati lungamente attraversati, osservati, rilievi, mappati e ridisegnati, sono analizzati alla scala territoriale, per sondare le incidenze del radicamento nella metropoli, e a quella spaziale, per individuare e comprendere le sintassi di evoluzione e di micro-trasformazione del loro tessuto urbano. L'idea alla base del lavoro è quella di guardare questi territori, finora non esplorati con la necessaria precisione dalla letteratura scientifica, con "gli occhi dell'architetto" superando il muro di inconoscibilità rappresentato dall'ipercomplessità, dall'emarginazione e dalla difficoltà di accesso. Il fine è quello di costruire uno specifico ed inedito "catalogo informale" che raccolga il patrimonio di azioni, forme e spazi urbani generati "dentro il radicamento", ed utilizzabile come strumento di conoscenza e interpretazione rigoroso dell'informalità. Le tematiche affrontate in questo studio mirano a dare un significativo contributo - se non una risposta - a questioni di particolare attualità nel dibattito scientifico: quali scenari urbani prospetta il radicamento informale? Quale grammatica urbana e spaziale dispiega? Può la teoria urbana assorbire queste nuove questioni e tradurle in precisi metodi di azione progettuale?
28,00

Conversazioni sulla ricerca

Cristina Bianchetti, Pier Luigi Crosta

Libro: Copertina morbida

editore: DONZELLI

anno edizione: 2021

pagine: 192

Che ne è del carattere sperimentale ed empirico della ricerca in un'epoca di omologazione crescente? Questo interrogativo guida le conversazioni tra Pier Luigi Crosta e Cristina Bianchetti sulla ricerca territoriale intesa come fare guidato da una soggettività mossa da affetti e relazioni. Lo scopo del libro è mettere in evidenza gli snodi principali della traiettoria di studio di Pier Luigi Crosta: una traiettoria originale, mai ideologica e per qualche aspetto eversiva, che ha caratterizzato il panorama degli studi sulle politiche pubbliche in Italia, delineandosi al di fuori di preoccupazioni accademiche. Un percorso segnato da uno strenuo empirismo e da vere e proprie tattiche del dissenso: disaffezione rispetto ai propri stessi giudizi; diffidenza nei confronti delle teorie; apprezzamento dell'improvvisazione e dell'anomalia; uso di concetti come scollegamento e disgiunzione; attenzione ai concetti di utile, utilizzazione, uso e ai loro legami; attenzione ai nessi tra familiarità e innovazione; rottura delle sequenze, per cui a una cosa può, o non, succederne un'altra.
24,00

Torino futura. Riflessioni e proposte di un ex vicesindaco

Guido Montanari

Libro

editore: CELID

anno edizione: 2021

pagine: 200

Nel 2021 si terranno le elezioni municipali a Torino, a cinque anni dalla sorprendente vittoria di Chiara Appendino e del Movimento 5 Stelle. Il vicesindaco di quella giunta, con le deleghe all'urbanistica, per oltre 3 anni, allontanato dalla sindaca, improvvisamente, nel settembre 2019, torna sulla sua esperienza amministrativa ma soprattutto interviene nel dibattito sul futuro di una città che non ha vissuto l'atteso rilancio e appare delusa da questo fallimento. "È possibile in una società dominata dal moloch del profitto portare avanti riforme urbane democratiche? È possibile aprire una prospettiva di cambiamento attraverso un progetto di città rivolto al futuro che si ponga come esempio di giustizia sociale e di sostenibilità ambientale? Il Sistema Torino, che poi è anche il Sistema Italia, può cambiare, oppure dobbiamo rassegnarci al potere di pochi e all'ingiustizia per tanti?" Il volume è integrato dalla prefazione di Tomaso Montanari, che riflette sul ruolo dell'intellettuale in politica, e dalla postfazione di Jacopo Ricca che, in forma di intervista critica, suggerisce ulteriori spunti di analisi.
14,00

I miei progetti raccontati

Aldo Rossi

Libro: Copertina morbida

editore: ELECTA

anno edizione: 2021

pagine: 192

"Quando descrivo i miei progetti, o li ridisegno, mi accorgo di riscoprire le cose o di ritrovarmi nel disagio del già visto; ma sempre si precisano o affiorano caratteristiche, memorie, associazioni che offrono un risultato imprevisto. Quando parlo di un progetto o lo ridisegno esso diventa un oggetto d'affezione." (Aldo Rossi). Il libro, che raccoglie in modo sistematico le relazioni scritte da Aldo Rossi, uno dei massimi architetti della seconda metà del Novecento, nel corso della sua attività professionale, dimostra come la scrittura sia stata da lui usata come un vero e proprio dispositivo di progetto. Per Rossi scrivere una relazione era l'occasione per dare forma a una riflessione su un determinato luogo, su una realtà storica o una circostanza, servendosi di uno stile narrativo del tutto personale e carico della medesima forza comunicativa ed emozionale che ritroviamo nei sui schizzi e disegni. Il libro offre l'opportunità di scoprire quello che Rossi pensava dei suoi progetti, quali le speranze che ad essi affidava, quali percorsi aveva compiuto nell'approntarli. Si avverte, sfogliandone le pagine e osservando i disegni molto belli e spesso inediti che le accompagnano, l'ansia che vi è insinuata, ovvero il portato dell'apprensione che l'architetto prova nel licenziare un progetto e immaginarne il divenire, nel prefigurare lo iato che separa le cose così come le si immagina da come esse saranno una volta costruite. Seguendo il filo di queste domande e dei sentimenti che le accompagnavano si possono conoscere risvolti e aspetti inediti e persino imprevedibili di progetti e di opere che si sono guadagnati la fama e hanno scandito la carriera di Rossi, la cui influenza sulla cultura architettonica del secondo Novecento è stata planetaria. ll libro è stato concepito in occasione della grande retrospettiva "Aldo Rossi. L'architetto e le città" curata da Albergo Ferlenga e realizzata sotto l'egida di Margherita Guccione per il MAXXI di Roma (10 marzo 2021-17 ottobre 2021).
30,00

Il mestiere di architetto

Livio Sacchi

Libro: Copertina morbida

editore: LetteraVentidue

anno edizione: 2021

pagine: 388

Perché il mestiere più bello del mondo sta attraversando, almeno nel nostro paese, una crisi così lunga e così grave? Cosa possiamo fare per uscirne? Il libro prova a rispondere a queste due domande. Dal suo personale punto di vista, l'autore analizza le cause che hanno portato alla crisi, ma delinea anche, puntualmente, una serie di possibili soluzioni per il futuro: di ordine formativo, rivolte cioè alla sfera universitaria; professionale, rispetto al sistema ordinistico, all'articolazione della figura dell'architetto e ai nuovi business models; culturale, sulla progettualità contemporanea e sugli sviluppi legati alla digitalizzazione, al BIM, ai Big Data e all'intelligenza artificiale; normativo, riguardanti cioè il tema della qualità e come sia possibile migliorarla, la legge per l'architettura e la governance.
25,00

Architettura del Medio evo in Italia. Con una introduzione sullo stile futuro dell'architettura italiana

Camillo Boito

Libro: Copertina morbida

editore: Oligo

anno edizione: 2021

pagine: 248

Camillo Boito (1836-1914), architetto, docente di architettura e scrittore, ha svolto un ruolo di primo piano nello sviluppo culturale dell'Italia post-unitaria. Nel libro "L'architettura del Medio Evo in Italia", pubblicato nel 1880, Boito intreccia la sapienza del costruttore con l'eleganza dello scrittore e offre non solo una proposta dedicata allo "stile futuro" dell'architettura italiana, ma anche un metodo di lettura degli edifici del passato - condotto attraverso lo studio delle fonti - per valorizzare le eredità culturali di ogni regione d'Italia.
28,00

La Fiera di Milano 1920-2020. Cento anni, infinite storie

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2021

pagine: 272

"Le città sono un insieme di tante cose: di memoria, di desideri, di segni di un linguaggio; le città sono luoghi di scambio ma questi scambi non sono soltanto scambi di merci, sono scambi di parole, di desideri, di ricordi" (Italo Calvino). La Fiera di Milano è tutto questo: è il passato, la memoria di una città che voleva crescere e per crescere apriva con le prime esposizioni le sue porte all'Europa; ma è soprattutto il futuro, la capacità di rigenerarsi trasformandosi in modo forte, con progetti innovativi che ogni giorno la rendono sempre più attrattiva e internazionale. Tutto ebbe inizio il 12 aprile 1920, su iniziativa di otto imprenditori, quando nacque la prima Fiera Campionaria, organizzata sui bastioni di Porta Venezia, con 1200 espositori, di cui quasi un terzo stranieri. Già allora, un evento internazionale. La parola "internazionale" è quella che indica la visione e la lungimiranza con cui ci si apriva subito al mondo nel segno del "fare" e dell'intraprendere guardando all'innovazione e a quel mondo nuovo che si è sempre intrecciato con la storia di Milano. Oggi Fiera Milano è uno dei più grandi player fieristici e congressuali a livello internazionale e ha il compito coraggioso di accompagnare le imprese nel futuro "piantando" dentro e fuori i padiglioni i semi dell'innovazione e della creatività che derivano dall'incontro delle diverse culture aziendali, dallo scambio di conoscenze ed esperienze. Il volume contiene testi di: Roberto Arditti; Stefano Baia Curioni; Giorgio Bigatti; Gianpietro Borghini; Ferruccio de Bortoli; Luca Masia; Luca Molinari; Ferruccio Resta; Donata Sartorio; Fabio M. Storer; Anja Visini. Prefazioni di Carlo Bonomi, Attilio Fontana, Enrico Pazzali, Giuseppe Sala.
75,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento