Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura

Territori post-rurali. Genealogie e prospettive-Territoires post-ruraux. Généalogies et perspectives

Marta De Marchi, Hessam Khorasani Zadeh

Libro: Copertina morbida

editore: OFFICINA

anno edizione: 2021

pagine: 226

Introduzione Marta De Marchi Hessam Khorasani Zadeh; Figures de l'agencement territorial entre villes et campagnes de la Picardie aux Flandres (ca 1760-1860) Jean-Pierre Jessenne Terres habitées et substrats cultivés. Esquisse d'une pensée du sous-territoire Sébastien Verleene; Penser la résilience morphologique des formes du paysage Sandrine Robert; La costruzione sociale del territorio. Antropologia storica e territori Lucia Carle; Liens sociaux et territoires. Les sociabilités dans les espaces ruraux en voie d'urbanisation Fabrice Boudjabaa; La généalogie familiale comme outil d'analyse spatiale. Familles paysannes, exploitations agricoles et paysages en Vénétie et Flandres françaises (ca 1830-2020) Hessam Khorasani Zadeh; Territoires de l'industrialisation diffuse. Paysages, economies et société du Nord-Est italien David Celetti; Transizioni e geografiche critiche del cibo. Il caso di Matera Mariavaleria Mininni; Leggere il sistema cibo nella città diffusa. Paradossi e scenari Marta De Marchi; La "città promiscua". Osservazioni sulle trasformazioni del paesaggio agrourbano del Veneto dal dopoguerra ad oggi Viviana Ferrario; Una genealogia possibile del progetto riformista agrario nel paesaggio Luca Filippi; Postfazione Paola Viganò.
24,00

Gli horti dei papi. I giardini vaticani dal Medioevo al Novecento

Alberta Campitelli

Libro: Copertina rigida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2021

pagine: 356

Non si può parlare dei famosi giardini romani, interni alla città e nella campagna, senza ricordarsi che prima di essi sorsero già nel Medioevo i giardini vaticani: proprio questi furono l'oggetto di imitazione per i giardini romani. Le prime notizie sui giardini vaticani ci giungono in rapporto ad alcune trasformazioni avvenute nel XIII secolo. Gli ultimi grandi cambiamenti si avranno negli anni Trenta del XX secolo, quando il Vaticano divenne uno Stato. Questa pubblicazione ripercorre tutta la loro storia, evidenziando realizzazioni, esperimenti e trasformazioni che concernono 22 dei 44 ettari totali della Città del Vaticano. Sulla base di una vasta ricerca dei documenti originali, è stato possibile ricostruire le origini dei giardini e la presenza di una collezione di piante tale da farli considerare il più antico orto botanico d'Italia. L'importanza dell'acqua, sia quale elemento simbolico sia come fonte di vita per le piante e le fontane, è un tema che percorre tutta la storia, soprattutto dopo la realizzazione delle spettacolari e scenografiche fontane volute da Paolo V. Non meno interessante è la ricostruzione delle pratiche di giardinaggio, fino all'eliminazione di ogni elemento di ruralità per destinare tutto lo spazio a disposizione alla bellezza e al decoro. Un capitolo è dedicato alle ville dove i pontefici villeggiavano, prima che Castel Gandolfo divenisse residenza estiva ufficiale.
50,00

Robert Venturi e l'Italia. Educazione, viaggi e primi progetti 1925-1966

Rosa Sessa

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2021

pagine: 309

Gli anni giovanili sono fondamentali per la formazione di un intellettuale, perché è allora che le personalità incontrate e le esperienze vissute lasciano un'impronta indelebile. Il caso di Robert Venturi non fa eccezione: lo studio di Rosa Sessa ricostruisce, con il supporto di fotografie e fonti inedite, il percorso biografico e culturale di uno dei più significativi architetti del XX secolo, sottolineando l'importanza dei suoi maestri (Jean Labatut, Donald Drew Egbert), di alcune letture fondamentali (Henry-Russell Hitchcock, William Empson, Frank Lloyd Wright), e del dialogo con gli amici studenti (Philip Finkelpearl, William Weaver), ma soprattutto il peso formativo dei viaggi in Europa. A Filadelfia Venturi si era discostato dalla tradizione italoamericana ed era diventato un outsider multiculturale anche in questo ambito. Come nota Denise Costanzo nell'introduzione: «L'identità italiana/americana di Venturi ha sfidato gli stereotipi perché era allo stesso tempo intima e distaccata, un esempio appropriatamente "non semplice" (non-straightforward) della sua categoria teorica dell'"e-e" (both-and)». Gli anni universitari, trascorsi sotto l'egida del "Princeton System" e del metodo del close reading, si concludono con un fondamentale primo viaggio a Roma (1948) e con la tesi Context in Architectural Composition (1950). Vengono poi le determinanti esperienze professionali presso Oskar Stonorov, Eero Saarinen e soprattutto Louis Kahn, i felici anni di nuovo a Roma trascorsi presso l'American Academy (1954-1956) e i frequenti viaggi in Italia, Francia, Grecia e Germania, seguendo i suggerimenti del grande storico Richard Krautheimer e di Ernesto Nathan Rogers. Il ritorno negli Usa coincide con la realizzazione dei primi progetti, come la casa per Vanna Venturi, e con la stesura di "Complessità e contraddizioni nell'architettura" (1966). Il presente volume si chiude con una conversazione con Denise Scott Brown, collega alla Penn University nel 1960, con cui Venturi strinse un indissolubile sodalizio intellettuale, sentimentale e professionale basato anche sul comune amore per la cultura italiana.
24,00

La cura delle città. Politiche e progetti

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2021

pagine: 369

La città, secondo la nota definizione di Claude Lévi-Strauss, è il progetto umano per eccellenza. Nata per facilitare e migliorare la vita dell'uomo, rischia di convertirsi in un dispositivo dissipativo e antropofago, eppure, come afferma Francesco Indovina, è "la nicchia all'interno della quale l'evoluzione sarebbe stata non solo assicurata ma anche più dinamica". Oggi le nocività - disorganizzazione, insicurezza, degrado, traffico, rumore, stress - prevalgono nettamente (non solo nell'immaginario collettivo) sulle connotazioni positive, sui caratteri artistici e monumentali, sull'essere la città stessa una straordinaria concentrazione di energia, cultura, idee, pensiero e azione antropica. Una città bella - se assumiamo il concetto di bellezza superandone i limiti puro-visibilistici - è prima di tutto un luogo dove si vive bene, sano, in grado di favorire stili di vita virtuosi che possano permettere al maggior numero di persone la piena realizzazione del proprio progetto biologico e di trascorrere la loro esistenza con pienezza e soddisfazione, a lungo e in buona salute. Rendere di nuovo le città vivibili e attraenti significa mettere in atto strategie capaci di lavorare, dal micro al macro, sull'innalzamento della qualità urbana, sulla performatività dello spazio urbano, sulla sua capacità di educare gli abitanti e incoraggiare stili di vita sani e virtuosi, sulla possibilità di dare accesso a tutti alle straordinarie opportunità che la città può offrire. In questo quadro un progetto sensibile, attento e misurato può svolgere la propria parte. Questo volume, esito di un'attività di ricerca centrata sulle politiche e sui progetti di riqualificazione e rigenerazione portati avanti nelle città europee che meglio hanno saputo interpretare e dare seguito al tema centrale del rapporto tra spazio vissuto e benessere, ha l'ambizione di proporsi come punto di riferimento su un argomento che sarà necessariamente al centro delle nostre riflessioni nel prossimo futuro.
26,00

Journeys of the soul. Multiple topographies in the Camposanto of Pisa. Ediz. italiana, inglese e tedesca

Libro: Copertina morbida

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2021

pagine: 228

Il Camposanto di Pisa è stato, per molti secoli, visitato ed esaltato come la maggiore meraviglia fra le attrazioni della Piazza dei Miracoli. Se il suo ruolo nella storia dell'arte è stato spesso messo in evidenza, meno frequentemente ci si è interrogati sulla sua funzione come luogo investito di qualità eccezionali, associate con la sua destinazione funeraria e il richiamo alla santità della Palestina. Questo volume offre nuove prospettive sulla storia e l'identità di un monumento unico e fondamentale del Medioevo italiano.
25,00

OCiam. Fragile Landcapes

Guya Bertelli

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2021

pagine: 506

35,00

Sprawlification

Arian Heidari Afshari

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2021

pagine: 242

18,00

Mantova Cattedra Unesco. Ricerche e progetti per le città patrimonio dell'umanità

Libro: Copertina morbida

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2021

Il volume raccoglie i progetti sviluppati nell'ambito della Cattedra Unesco in Pianificazione e tutela architettonica nelle città patrimonio mondiale dell'umanità, istituita nel 2012 presso il Polo Territoriale di Mantova del Politecnico di Milano. Le esperienze presentate sono state svolte in momenti e contesti diversi per rispondere a sollecitazioni, occasioni ed esigenze concrete. Questi percorsi progettuali illustrano quindi l'operato ma anche il modo di operare della Cattedra Unesco di Mantova e dimostrano come l'attività scientifica possa avere un ruolo centrale sia nell'orientamento delle scelte strategiche degli operatori pubblici e privati, sia nella progettazione di un futuro sostenibile per il patrimonio, le città e le comunità.
26,00

La cura della città

Libro

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2021

pagine: 110

Le riflessioni che, nei mesi della pandemia, si sono sviluppate circa la natura e il progetto della città sono state condizionate profondamente dall'emergenza sanitaria vissuta e dall'esigenza che ne è emersa di individuare gli strumenti necessari a configurare una politica e una prassi di costante attenzione e manutenzione della città esistente. L'esperienza epocale che ancora stiamo attraversando ha messo in crisi alcune certezze a cui si era affidata l'urbanistica agli albori del terzo millennio; ma, ancora di più, ha evidenziato la necessità di ripensare a fondo i modi delle relazioni sociali e la qualità dei luoghi entro i quali esse si verranno a esplicare. Tutto ciò significa ripensare la città nei suoi modi di essere, nei suoi tempi, ma anche rispetto alla qualità degli strumenti e degli interventi che ne assicurino la manutenzione e la cura costante. Si è ritenuto di dedicare a questi interrogativi un volume della collana "Esperienze Urbane", con la consapevolezza che l'indagine e l'approfondimento di questi temi rappresentano un cammino importante che dovrà coinvolgere progettisti, amministratori pubblici e cittadini per disegnare un futuro che non sia la banale riproposizione del passato che abbiamo conosciuto.
12,00

Vector architects. Ediz. italiana e inglese

Caterina Padoa Schioppa

Libro: Copertina rigida

editore: Libria

anno edizione: 2021

pagine: 228

L'architettura non è senza il gioco plastico della luce nello spazio scavato. Sulla base di questo assioma semplice e universale, Dong Gong, fondatore dello studio Vector con sede a Pechino, fin dal suo esordio nel 2008 ha condotto una serie di esperimenti, mescolando spregiudicatamente linguaggi della modernità con espressioni idiomatiche di sapore vernacolare, materie e tecniche innovative con saperi artigianali e della tradizione costruttiva. Se contemporaneo è colui che stabilisce uno "scarto" con il tempo, cioè è in grado di operare nel presente senza esserne travolto e assoggettato, Dong Gong, che nelle sue architetture fa interagire il passato e il futuro, può definirsi un architetto della contemporaneità.
18,00

Grammatiche metropolitane. Piano di Governo del Territorio di Milano 2030 e altri racconti di città

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2021

pagine: 176

"Grammatiche metropolitane" è il punto di vista di Metrogramma sulle dinamiche di trasformazione della città e dei nuovi paesaggi del XXI secolo. Uno sguardo analitico ed esplorativo filtrato da tre esperienze - il progetto dei quattro scenari di densificazione per Bolzano, il piano Darsena per la città di Ravenna e il Piano di Governo del Territorio di Milano - che costituiscono le tappe obbligate di un viaggio retroattivo. Così, intorno alla questione cruciale della rigenerazione urbana, emerge una nuova visione che individua i Nuclei d'identità locale e, secondo Andrea Boschetti e Nicola Russi, è tesa a «rafforzare la rete di centralità esistenti con sistemi adeguati di spazio pubblico, a rivitalizzare i nuclei "deboli" attraverso l'introduzione di nuovi servizi, a progettare nuove connessioni interne ai quartieri e tra di essi». Analogamente alla grammatica delle arti figurative di Alois Riegl, il volume ambisce a essere un «saggio, che tende alla concisione di un manuale grammaticale», a uso non di chi l'arte la fa (l'architetto), né di chi dell'arte gode (l'abitante) - non ne hanno alcun bisogno -, ma di chi l'arte la vuole comprendere.
26,00

Nobiltà del paesaggio

Giuliana Andreotti

Libro: Copertina rigida

editore: Valentina Trentini Editore

anno edizione: 2021

pagine: 336

Il paesaggio non è soltanto qualcosa da creare o da tutelare ma, dal punto di vista geografico, qualcosa da riconoscere, percepire, ascoltare e descrivere. Esso eccita la psiche dell'osservatore di modo che questa ne interpreti il messaggio e ne decifri i significati. Il paesaggio è l'ipostasi della storia nel territorio. Ciò che è stato in etica, in estetica, in architettura, in filosofia, in progresso o decadenza, in carestia o abbondanza, in guerra o in pace, in storia o mito, in momenti d'intensa religiosità o di agnosticismo, è spesso scritto nel profilo paesaggistico e tutto interpretabile qualora la cultura, come un demiurgo, intervenga e soccorra per illuminazione. In altre parole, è logos, è discorso: discorso della storia.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento