Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura

Attraverso l'Italia. Edifici, città, paesaggi nei viaggi degli architetti francesi, 1750-1850-À travers l'Italie. Édifices, villes, paysages dans les voyages des architectes français

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 400

I ventidue saggi del volume affrontano i molteplici registri dello sguardo degli architetti francesi, non solo dei pensionnaires dell'Académie de France, in viaggio nella penisola e oltre, tra secondo Settecento e primo Ottocento. Le analisi proposte privilegiano fonti e oggetti di studio diversi, all'interno di una narrazione collettiva che è riflessione critica rispetto alla già ricca storiografia sul viaggio in Italia, spazio per approfondimenti che delineano sfaccettature tematiche e di ricerca originali o rinnovate. La pluralità di stimoli e interessi che emerge da descrizioni e rappresentazioni di edifici e città, non meno attente alla dimensione del paesaggio, permette di restituire, nella sua complessità, uno dei momenti più prolifici nella formazione dell'architetto, in una stagione cruciale di mutamenti e permanenze.
32,00

Michele De Lucchi e AMDL Circle. Connettoma. Synapsis of humanistic architecture. Ediz. italiana e inglese

Michele De Lucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 224

"Connettoma" racconta le connessioni che si attivano nel lavoro di progettazione dello studio di Michele De Lucchi, che dal 2019 prende il nome di AMDL CIRCLE. In una suggestiva sequenza fotografica, il libro ripercorre le più significative realizzazioni dello studio, accostate in modo da rendere visibili quelle che il progettista chiama le "sinapsi d'architettura", ovvero le associazioni di emozioni, ricordi e pensieri stimolatori di nuove creatività. Le immagini, che racchiudono oltre 20 anni di attività, rivelano un modo di pensare l'architettura e il design alla luce di un approccio multidisciplinare, visionario, rivolto al futuro: in una parola, umanistico. A chiusura del libro, che accoglie un intervento di de Lucchi, una selezione di progetti realizzati nel nuovo millennio ordinati cronologicamente, nei settori di architettura, interni, allestimenti, product design, grafica e ricerche.
30,00

Ugo Baldini una continua ricerca. Antologia di testi e riflessioni

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2021

pagine: 246

Ugo Baldini è stato un urbanista singolare nel panorama italiano: un professionista "militante", che è riuscito sempre a saldare l'azione concreta del pianificatore con la quotidiana ricerca di strumenti innovativi e sempre più capaci di portare alla costruzione di una città migliore, più integrata, accogliente e veramente al servizio dei suoi abitanti. L'esperienza e le capacità tecniche maturate attraverso una riflessione continua sugli strumenti e le loro criticità, sulla scala della città e del territorio, hanno trovato espressioni molteplici nel corso del tempo: nel disegno dei piani, ma anche nei tanti scritti che ne erano parte; e persino in una produzione saggistica dove la sua riflessione raggiunge livelli di tipo etico, quasi a rasentare l'utopia. La raccolta di alcuni di questi testi permette di cogliere questo percorso che è di natura intellettuale prima che tecnica; un approccio che consente di comprendere meglio i tanti prodotti scaturiti dal lavoro di Ugo Baldini e della Cooperativa CAIRE-Urbanistica con cui ha stabilito rapporti e legami difficili da separare. Indubbiamente nelle riflessioni di Baldini sono entrati gli stimoli e le suggestioni di cui tanti suoi collaboratori erano portatori, perché la creatività per lui derivava dall'ascolto, era un tutt'uno con ciò che dai suoi dialoghi con il mondo era in grado di assorbire. Allora i testi che vengono proposti, assieme alle considerazioni e al ricordo di alcuni amici e collaboratori, sono da leggere come l'impronta culturale - prima ancora che disciplinare - di un uomo che ha lasciato un'eredità di intuizioni, di passioni e di valori che evidenziano, una volta di più, come l'urbanistica richieda il coinvolgimento totale di chi la pratica. Non si tratta di tecnica, ma di sapere da cui i piani sono plasmati. E Ugo Baldini, proprio in questo senso, è un esempio di come la professione non possa essere scissa da una dimensione di vita quotidiana. Questo libro dimostra che per definirlo non basta cogliere una delle sfaccettature del suo carattere, dei suoi atteggiamenti o del suo lavoro; perché da qui emerge un uomo a tutto tondo. Con i suoi slanci, le sue riflessioni, le sue passioni più profonde.
27,00

Studi sul qui. Deep mapping e narrazioni dei territori. Stagione 1

Libro

editore: MIMESIS

anno edizione: 2021

pagine: 200

"Studi sul qui" è un progetto sperimentale sviluppato in più iniziative in Italia dal 2013 in poi, nell'ambito del collettivo di artisti e ricercatori "Associazione La Fournaise". Si tratta di più iniziative legate al concetto di deep mapping: una mappatura fine e di dettaglio dei territori, realizzata utilizzando una pluralità di strumenti e mettendo in campo competenze eterogenee. In questo volume, il racconto della prima mappatura fine del comune di Jovençan, in Valle d'Aosta.
18,00

Alla ricerca di Atlantide. Viaggio nell'architettura per ragazzi sognatori

Renzo Piano, Carlo Piano

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2021

pagine: 168

L'abbiamo inseguita ovunque, ma quello che conta è soprattutto il viaggio. Siete pronti a partire con nonno Renzo e la nipote Elsa? Insieme a loro cercheremo Atlantide, la città perfetta, sogno di ogni architetto. Sì, perché il nonno è l'architetto Renzo Piano. Uno dei più importanti al mondo. Per trovarla faremo tappa in tanti luoghi della Terra, nei quali ha costruito le sue opere meravigliose, sempre inseguendo la perfezione. Salperemo da Genova, passando sul Ponte Genova San Giorgio, andremo sull'isola che non c'era, all'aeroporto di Osaka, ci arrampicheremo sul grattacielo Shard di Londra, alto più di trecento metri... Di certo il viaggio sarà un'avventura, proprio come il mestiere dell'architetto! Età di lettura: da 11 anni.
18,00

Architettura eremitica. Sistemi progettuali e paesaggi culturali. Atti del 5° Convegno internazionale di studi Certosa del Galluzzo 2020

Libro: Copertina morbida

editore: EDIFIR

anno edizione: 2021

pagine: 428

L'eremo è un luogo di difficile accesso, dove gli eremiti o anacoreti si ritirano escludendosi volontariamente dalla società per condurre una vita di preghiera e ascesi. Se la realizzazione di luoghi isolati di preghiera è comune a numerose religioni, si deve soprattutto al Cristianesimo la diffusione in Italia di un gran numero di eremi che, dal Medioevo ad oggi, costituiscono una grande parte del patrimonio culturale di interesse storico ed architettonico del nostro paese. Tale patrimonio è inoltre testimone di un processo evolutivo, religioso, culturale ed anche scientifico che ha posto le basi della civiltà contemporanea e fa parte della nostra specifica identità culturale; questi luoghi costituiscono infatti un coagulo straordinario di testimonianze - dei processi storici che ne hanno determinato le modificazioni e che li hanno spesso trasformati in eccezionali complessi di interesse monumentale. Lo studio di questi impianti architettonici costituisce una tappa fondamentale nel doveroso impegno per la conservazione del nostro patrimonio.
18,00

Antiche presenze nuove figurazioni

Fabio Fabbrizzi

Libro: Copertina morbida

editore: EDIFIR

anno edizione: 2021

pagine: 192

Attraverso la pratica dell'analisi, dell'analogia, dell'allusione e della rammemorazione, quali componenti di un più generale processo di interpretazione, l'architettura contemporanea posta in relazione ai contesti archeologici, dovrebbe riuscire a ripristinare colloqui che il tempo ha interrotto, in modo che i nuovi elementi proposti, possano dirsi "assonanti" nei confronti delle preesistenze. Per questo, nel progettare oggi negli spazi e nel paesaggio di Villa Adriana, si è cercato di non approdare a soluzioni che siano solo a servizio dell'archeologia, quanto di innescare una reciprocità tra essa, la nuova architettura e il contesto, in modo da formare insieme una nuova ed inedita entità architettonica nella quale sia possibile scorgere tracce di relazione e di appartenenza tra i vecchi e i nuovi frammenti. Al progetto contemporaneo, dunque, spetta lo stimolante compito di dare nuova vita alla rovina, tenendo a mente come in ogni processo ermeneutico, siano sempre i principi l'oggetto dell'interpretazione e mai le forme, che dei principi ne sono solo il veicolo.
26,00

Architettura e sostenibilità Innovazione e sperimentazione tra ambiente costruito e paesaggio. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2021

pagine: 264

"Architettura e sostenibilità" è un volume dedicato alle ultime cinque edizioni del Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo, che si sono alternate dal 2011 al 2017. Un premio promosso dal Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara e dall'azienda Fassa Bortolo che ogni anno permette un confronto di idee che è alla base del pensiero sostenibile, proprio per la sua natura non protezionistica e aperta ad essere declinata e interpretata in rapporto al contesto, alla tipologia, alle esigenze tecnologiche e funzionali, al paesaggio e ai potenziali sociali. In esso si trovano illustrati circa quaranta progetti, tra i quali quelli firmati da: Peter Rich, Hermann Kaufmann, Sauerbruch Hutton Architects, Paredes Pedrosa, Ingenhoven architects, LAN Architecture, Burkhalter Sumi, Rahul Mehrotra, SOL89, DAP studio, AATA Arquitectos, Makoto Tanijiri e Ai Yoshida, Sean Godsell, Francisco Mangado, KAAN Architecten, Alvisi Kirimoto, Modostudio, Ruiz-Larrea & Asociados, Caravatti_Caravatti Architetti, Studio 804, Superpositions, Temperaturas Extremas SLP, Giuseppe Gurrieri e Valentina Giampiccolo, Petr Hájek, Pedevilla Architects, Yamazaki Kentaro, Susanne Gampfer e Stefan Krötsch.
49,00

Giorgio Raineri 1927-2012

Libro: Copertina morbida

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2021

Nel 1956, su «Casabella-Continuità», Vittorio Gregotti presenta Giorgio Raineri - "Un nuovo architetto torinese" - con un saggio di 17 pagine, riccamente illustrato: «Se con una sola parola dovessimo fissare il contributo della cultura torinese alla recente storia dell'architettura in Italia, dovremmo parlare qui di indipendenza, e non tanto nella particolare accezione di originalità, quanto piuttosto come qualità morale...». Dal profondo legame di amicizia e di stima con Roberto Gabetti, fin dagli anni universitari, ha inizio una breve ma intensa collaborazione professionale (dalle prime Ina-Casa alla Borsa Valori di Torino). Lo stesso Gabetti, nel 1969, così concludeva un suo testo: «Più che un'opera singola, è la successione stessa a confermarci l'ostinazione di Raineri a proporre novità, per non ripetere cose risapute e compiacenti, acquisite dagli specialisti o dal grande pubblico; a tentare codici arricchiti e in questo senso nuovi, a non cadere nel sudato impegno di chi più o meno intelligentemente riprende e ripete i modi correnti, dopo averne accertato il prestigio». In un confronto di studiosi di differenti generazioni, nelle pagine del volume i saggi di alcuni dei principali protagonisti dell'attuale architettura italiana si affiancano alle riflessioni di amici e colleghi del Politecnico di Torino e agli studi di giovani ricercatori e studenti di laurea magistrale chiamati dalle principali scuole di architettura italiane, dando luogo a una ricognizione approfondita e a una testimonianza allargata sul suo lavoro e la sua personalità. Un ricco apparato iconografico accompagna i testi scritti, facendo di questo volume uno strumento prezioso per approfondire criticamente la figura e l'opera di Giorgio Raineri e tramandare anche alle generazioni più giovani la sua lezione e la sua originale visione dell'architettura.
42,00

Luoghi di accoglienza sostenibile

Aldo Bottoli, Raffaella Fantuzzi, Rossana Giordanelli, Elisabetta Romanò, Sofia Leda Salati

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2021

pagine: 194

«Questo lavoro propone modalità di progettazione attraverso le quali realizzare ambienti facilmente fruibili consentendo ai percettori di allentare tensioni e cogliere messaggi di cura. L'obiettivo è offrire un metodo per realizzare ambienti che accolgano le persone e dimostrino cura verso i loro bisogni. Siamo orgogliosi di testimoniare che allestire luoghi di cura e radicamento che aiutino e valorizzino le persone non necessita sempre di grandi risorse. Il presupposto etico della nostra esperienza è fornire agli operatori del sociale la possibilità di affermare... "Si può fare!" La qualità delle relazioni passa anche attraverso la qualità dell'ambiente che le ospita, così avvertire cura genera benessere. Durante questa esperienza, educatori e progettisti, si sono trovati a sperimentare forme di collaborazione e strumenti stabilendo nuove regole. Quello che testimoniamo è un processo per gradi, motivato e sufficientemente ampio che mette in relazione e a confronto più momenti e ipotesi in grado di rappresentare la complessità dell'abitare in comune. Nel testo vengono narrati un metodo organico e gli strumenti per la gestione del progetto cromatico/percettivo di riqualificazione dei luoghi destinati all'accoglienza. Con questo lavoro ci piace pensare di aver proposto un fare capace di coniugare la "parola poetica" che interpreta la persona con la "parola tecnica" che fornisce gli strumenti. Si può essere innovatori anche individuando pratiche e costruendo strumenti utili a molti. In fase di progetto, per fare valutazioni che non risentano delle interazioni dei vari colori presenti nell'ambiente, è necessario impiegare gli isolatori, strumenti semplici, ma efficaci. Ve ne proponiamo uno, quello di più comune impiego per valutare la differenza in tinta, saturazione e chiarezza tra due campioni. Isolatore da comparazione. Impiego: Si pongono i due fori dell'isolatore a contatto dei campioni da confrontare. In questo modo si separano i colori dallo sfondo e si mettono a pari condizioni le dimensioni dei rispettivi campi cromatici. La separazione tra i due fori consente d'interrompere le contiguità cromatiche che indurrebbero errori di valutazione a causa dell'interazione tra i due colori da confrontare. L'isolatore è grigio neutro, cioè privo di croma ed è di media chiarezza per essere più simile a quella del campione da valutare.»
30,00

Trasformare case e quartieri

Fabio Lepratto

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2021

pagine: 120

Ripensare edifici e quartieri residenziali realizzati nel secondo dopoguerra è una sfida cruciale per le città europee e un'opportunità inventiva per il progetto d'architettura e di disegno urbano. Negli ultimi vent'anni vi sono stati numerosi progetti per adeguare questi luoghi dell'abitare alle necessità attuali, in termini di requisiti ecologici e ambientali, dotazioni spaziali e funzionali, caratteri relazionali, espressioni figurative. Il libro guarda alle numerose realizzazioni avvenute in ambito europeo esercitando lo "sguardo del progettista", orientato allo studio delle trasformazioni fisiche. La prima parte, interpretare, sollecita riflessioni attraverso cui leggere i contesti originari e comprenderne le criticità e le potenzialità.  La seconda, trasformare, propone azioni per il progetto architettonico e urbano. La descrizione di 25 interventi realizzati è complementare alla presentazione di un abaco di soluzioni: una sequenza ordinata di operazioni combinabili finalizzate a provocare un immaginario e ad orientare trasformazioni future.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento