Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giurisprudenza e argomenti d'interesse generale

Pacchetti turistici e servizi turistici collegati

Barbara Monti

Libro: Copertina morbida

editore: FAG

anno edizione: 2020

pagine: 432

Questo Volume è indirizzato a chiunque voglia approfondire i principali temi del diritto del turismo organizzato. È un lavoro prevalentemente diretto alle imprese, tour operator, agenzie di viaggio, fornitori di servizi turistici, assicuratori del settore del turismo organizzato e agli operatori giuridici (giudici, avvocati e consulenti legali) che quotidianamente sono chiamati ad applicare le norme di questa speciale "branca" del diritto civile. È un Volume che può però interessare anche il viaggiatore o l'associazione di categoria che si trovi a gestire contestazioni ingenerate da viaggi o da vacanze male organizzate. La disamina della materia è affrontata e agevolata in questo Volume dal particolare metodo che l'autrice propone e che si sviluppa su tre piani: 1) quello dell'individuazione di un argomento generale che viene articolato in sottocategorie di cui l'argomento si compone; 2) lo svolgimento di un Tema che ha, per un verso, a oggetto l'argomento generale prescelto e, per l'altro, l'analisi di quell'argomento da una particolare prospettiva e, infine 3) la formulazione di una serie di domande sull'argomento generale, sulle sottocategorie di cui è composto, sulla particolare prospettiva dell'oggetto del Tema la cui risposta ha essenzialmente lo scopo di aiutare il lettore a risolvere i problemi giuridici che un viaggio o una vacanza possono presentare. L'entrata in vigore del D.Lgs. n. 62/2018 che ha attuato la direttiva (UE) 2015/2302 sui pacchetti turistici e i servizi turistici collegati e che ha modificato radicalmente il Codice del Turismo del 2011 nonché la contestuale entrata in vigore del D.Lgs. n. 68/2018 recante l'attuazione della direttiva (UE) 2016/97 del Parlamento europeo e del Consiglio sulla distribuzione assicurativa, hanno costituito per l'autrice un duplice spunto da cogliersi e svilupparsi in parallelo per l'applicazione di questo suo peculiare metodo di studio al fine di comprendere meglio per un verso la ratio e le prospettive applicative di entrambi i provvedimenti e, per l'altro, di renderne maggiormente intellegibili i contenuti al lettore.
35,00

Riconoscersi nella parola

Natalino Irti

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 272

Il diritto 'chiude' gli eventi (e fatti e cose e individui) nella purezza linguistica delle forme. Così la 'realtà', di per sé muta e inespressiva, prende significato giuridico. Assoluto formalismo e assoluta linguisticità sono tutt'uno, e insieme costruiscono il terreno in cui gli uomini si riconoscono nel loro parlare e agire. Ma l'in-forme è sempre in agguato, e, tra rotture e schianti dolorosi, sospinge verso altre forme e altre parole.
24,00

Diritto di resistenza. Come fare la rivoluzione attraverso il diritto

Michele Marchesiello

Libro: Copertina morbida

editore: EGA-Edizioni Gruppo Abele

anno edizione: 2020

pagine: 192

Dall'Antigone di Sofocle a Carola Rackete il rifiuto di obbedire alla legge ingiusta e l'obiezione di coscienza contro il potere hanno attraversato la storia dell'umanità. E il «preferirei di no» di Bartleby, lo scrivano di Melville, ha messo in dubbio certezze consolidate. Nel tempo, il diritto di resistenza è entrato persino in alcune costituzioni dopo che la carta fondamentale della rivoluzione francese del 1793 stabilì che «quando il governo viola i diritti del popolo, la ribellione è per il popolo e per ogni sua parte il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri». Ma qual è il rapporto quotidiano tra resistenza e diritto? La legge è fatta per reprimere dissenso e resistenza o può essere veicolo di cambiamento e, addirittura, di rivoluzione? Ripercorrere alcune esperienze storiche e riandare ai fondamenti di tale rapporto apre scenari interessanti e inediti.
14,00

Costituzione politica del Regno delle due Sicilie (1848)

Libro: Copertina morbida

editore: Liberilibri

anno edizione: 2020

pagine: 20

L'11 febbraio 1848 viene promulgata la Costituzione politica del Reame delle due Sicilie. Con essa i suoi promotori vollero porre fine a una statualità restaurativa eretta a difesa di un ancien régime superato dal mutamento dei tempi, per trasferirla nella dimensione della monarchia costituzionale. La nuova carta introduceva una forma di quel costituzionalismo d'impianto liberale che in precedenza era stato più volte oggetto di numerose rivendicazioni, tutte puntualmente considerate imperfette e soffocate dalla Corona. Il documento prodotto a Napoli avrebbe aperto il passo a ulteriori e significativi elementi di modernizzazione elettorale e a più radicali riforme istituzionali che, nei mesi seguenti e con il contributo autonomo dell'indipendentismo in Sicilia, si inserirono a pieno titolo nel più ampio contesto risorgimentale che precedette l'impresa dei Mille e la formazione del Regno d'Italia. L'esperimento partenopeo con la sua evoluzione siciliana, a cui nei primi mesi del 1849 avrebbe posto fine la dura repressione militare borbonica, resta un chiaro esempio della presenza e della vitalità, anche nel Meridione d'Italia, di elevate norme di principio e di concrete garanzie istituzionali promosse in chiave liberale.
13,00

Intellettuali e diritto nel mondo arabo contemporaneo. Potere, religione, società

Orsetta Giolo

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 185

Negli ultimi anni i paesi arabi hanno conosciuto momenti di grande fermento politico e istituzionale che hanno condotto in alcuni casi all'adozione di riforme rilevanti in tema di democrazia e diritti, in altri alla destabilizzazione di intere aree o al ritorno di regimi autoritari. A seguito di tali vicende, il dibattito sviluppatosi dentro e fuori il mondo arabo contemporaneo si è arricchito di nuove questioni relative all'evoluzione della cultura giuridica e agli attori che animano le più recenti e complesse discussioni. Il volume propone una lettura in chiave filosofico-giuridica del ruolo che le intellettuali e gli intellettuali ricoprono in quel contesto, nonché dei luoghi fisici e simbolici che, nonostante le molteplici difficoltà, permettono il confronto, l'elaborazione teorica e l'impegno civile in un'ottica aperta, critica, dinamica e cosmopolita.
18,00
31,00

Diritto e religione. Basi e prospettive

Pierluigi Consorti

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2020

pagine: 410

La relazione fra diritto e religione in Italia è stata tradizionalmente esaminata nell'ambito del cosiddetto 'diritto ecclesiastico': disciplina che studia le norme statali relative alle questioni religiose. Questo volume ha l'obiettivo di chiarirne le basi storico-giuridiche e proporre alcune prospettive di sviluppo nella società contemporanea, caratterizzata dalla convivenza di una pluralità di fedi. Il percorso proposto segue l'evoluzione delle polarità fra diritto ed etica, legge e coscienza, cultura e religione. Sviluppa pertanto un'analisi sulla capacità degli ordinamenti giuridici di fare i conti con identità diverse e di rispondere ai bisogni umani, intesi nella loro complessa articolazione fra esigenze del corpo, della ragione e dello spirito.
25,00

Gesù. Il processo

Luigi Garofalo

Libro: Copertina morbida

editore: Solferino

anno edizione: 2020

pagine: 142

Quella di Gesù è la crocifissione di un giusto, come avrebbe per primo riconosciuto il centurione sotto il patibolo. Chi ne sia il responsabile, il sinedrio o Pilato o entrambi, è da sempre dibattuto. Se al primo può ascriversi l'accanimento con cui i suoi membri sostengono la colpevolezza di Gesù per violazione delle norme a protezione della maiestas del popolo romano e del principe, al governator della Giudea va imputata l'inosservanza di regole basilari del diritto alle quali avrebbe dovuto attenere. L'autore lo spiega nel corso di un'indagine seria, appassionante e originale, che ricostruisce una pagina fondamentale della storia soffermandosi su alcuni degli aspetti meno esplorati delle ultime ore della vita di Gesù.
12,00

Compendio di ordinamento e deontologia forense

Massimiliano Di Pirro

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2020

pagine: 336

Per facilitare lo studio e consentire un'agevole individuazione degli argomenti, questa nuova edizione del Compendio di Ordinamento e Deontologia Forense ha mantenuto la suddivisione in parti che seguono, laddove possibile, la struttura della legge professionale e del codice di deontologia. La prima parte è dedicata all'ordinamento forense, con particolare riguardo all'ordine circondariale forense e al Consiglio nazionale forense, all'iscrizione e alla cancellazione dall'albo, alle incompatibilità e alla sospensione dall'esercizio professionale, ai tirocini per l'accesso alla professione, all'esame di Stato. La seconda è dedicata alla deontologia forense, ossia, principalmente, ai doveri dell'avvocato nei confronti del cliente e dei colleghi, ma anche dei terzi e delle istituzioni forensi. Un ruolo centrale è rivestito dal capitolo sul procedimento disciplinare, esaminato dalla fase embrionale a quella conclusiva. Il lavoro, si chiude, infine, con l'analisi della responsabilità civile e penale dell'avvocato. Quest'edizione contiene le pronunce più rilevanti del 2019 del Cnf e della Cassazione mentre sul lato normativo si segnalano la L. 36/2019 sulla liquidazione dei compensi e delle spese in caso di legittima difesa, la L. 12/2019 sulle elezioni dei consigli degli ordini circondariali forensi nonché il regolamento del 12-7-2019 sulla difesa d'ufficio. Il volume è completato da un'appendice normativa con i provvedimenti più rilevanti e da una serie di questionari, alla fine di ciascun capitolo, per consentire un'efficace autoverifica.
22,00

Compendio di istituzioni di diritto romano

Federico Del Giudice

Libro

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2020

pagine: 256

Il volume affronta, con sistematicità e chiarezza espositiva, il programma di Istituzioni di Diritto Romano, alla luce dei programmi dei principali Atenei e della manualistica più recente e diffusa. Grazie alle caratteristiche di linearità e semplicità, il compendio Simone facilita lo studio di quanti si avvicinano per la prima volta a una disciplina giuridica sempre ostica in ragione della dismissione progressiva dello studio della lingua latina. A tal fine, nel corso della trattazione, sono state tradotte le espressioni più complesse e inseriti gli accenti per consentire una corretta lettura e una giusta dizione dei termini latini. Il compendio, infine, si giova di una selezione delle principali domande d'esame e di opportuni box di approfondimento, unitamente al ricorso a differenti corpi di stampa per graduare l'importanza degli argomenti trattati. Con un QR Code per scaricare un estratto del Dizionario giuridico romano e il Dizionario latino-italiano.
18,00

Magna Carta Libertatum

Mario Caravale

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 138

Nessun documento medievale ha conosciuto una fama paragonabile a quella della Magna Carta del 1215, nella quale si consolidavano alcuni dei diritti consuetudinari degli ordinamenti vigenti nel regno inglese all'inizio del secolo XIII. Oggi essa è vista come fonte di regole e di princìpi insostituibili per gli ordinamenti giuridici e come manifesto universale dell'inviolabilità delle libertà individuali.
12,00

La cultura giuridica dell'antica Grecia. Legge, politica, giustizia

Emanuele Stolfi

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 282

Il libro offre una panoramica sulle grandi questioni giuridiche, per come furono affrontate nella cultura e nel vissuto istituzionale dell'antica Grecia, dalle società omeriche all'avvento macedone. Quel mondo, privo di giuristi e lontano da un'elaborazione del diritto quale funzione sociale autonoma e sapere formale, era però ricchissimo di interrogativi attorno al senso dell'ordine normativo e alle sue relazioni con l'esercizio del potere. Nel volume sono così illustrati - procedendo a stretto contatto con le fonti - i termini del lessico greco della legalità (col ruolo centrale che vi assumeva la nozione di nómos, nella sua composita stratificazione semantica); i rapporti fra produzione di regole di convivenza, riflessione etica, teoria e attività politica; le modalità di applicazione delle previsioni legislative nella prassi processuale e retorica. Un percorso teso ad approfondire concetti che da oltre duemila anni coinvolgono l'Occidente, come giustizia, eguaglianza (di fronte alla legge), equità, costituzione, democrazia, libertà di parola.
27,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.