Il tuo browser non supporta JavaScript!

Letteratura: storia e critica

Tra saggio e novella forme di scrittura critico-inventiva in Pirandello

Mario Minarda

Libro

editore: ETS

anno edizione: 2020

pagine: 240

Il libro di Mario Minarda affronta la questione delle contaminazioni stilistiche e formali tra lavorio critico e officina inventiva in Pirandello, riverberate sul versante della produzione novellistica. La ricerca costante di gure, temi, forme del discorso, attraverso cui valutare, sia a livello cronologico che intertestuale, l'incidenza delle esperienze teoriche nell'asistematica varietas delle novelle è, di fatto, l'orientamento seguito dall'autore. Se articoli, interventi su rivista, saggi accademici presentano situazioni di lettura non prive di gurazioni fantastiche e fabulazioni narrative, la prosa inventiva delle novelle pirandelliane è parimenti connotata da soluzioni formali quali l'autobiografismo, l'intensità dialettica, le biforcazioni metaletterarie, le modulazioni liriche con cui lo scrittore sviluppa un discorso umoristico, doppio. Matura così, in Pirandello, una riflessione profonda sulla scrittura e, al contempo, una prassi creativa costituita da ribaltamenti, sospensioni e paradossi, che svolgono un ruolo essenziale per esprimere dissonanze o discontinuità proprie della modernità novecentesca.
24,00

Cultura letteraria neerlandese. Autori, testi e contesti dal Medioevo a oggi

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2020

pagine: 526

Opera di taglio storico-culturale, il manuale illustra i testi, le correnti, i movimenti e gli autori più rappresentativi (da Beatrice di Nazareth ad Arnon Grunberg) della letteratura in lingua neerlandese, integrando e ampliando il tradizionale apporto degli studi letterari con le interazioni provenienti da arti figurative e performative, musica, architettura, religione, politica e movimenti sociali. Un viaggio che inizia nel Medioevo neerlandese, alla scoperta della ricchezza mistica, devozionale e artistica di una civiltà urbana proto- borghese a cavallo tra mondo romanzo e germanico, per proseguire con l'esplosione dei commerci e la rivoluzione teatrale, scientifica e filosofica del Secolo d'Oro e approdare infine a quel laboratorio politico, sociale e culturale che i Paesi Bassi e il Belgio rappresentano da due secoli a questa parte. Lo sguardo interculturale rivela infine preziose interconnessioni tra i Paesi Bassi, le Fiandre, l'Italia, il resto del continente europeo e le ex-colonie, senza dimenticare gli apporti delle numerose ondate migratorie verso questo dinamico angolo d'Europa. Il testo, pensato in primo luogo per gli studenti di lingua e letteratura, si rivolge anche agli specialisti di altre discipline alla ricerca di collegamenti con la cultura neerlandese e ai numerosi appassionati dell'universo culturale dei Paesi Bassi e delle Fiandre.
34,90

Anne Brontë, la gemella minore

Beatrice Solinas Donghi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Canneto

anno edizione: 2020

pagine: 160

Questo testo della Solinas Donghi dà voce alla sorella Brontë "minore", non solo per età anagrafica. L'autrice, avvalendosi anche di testimonianze tratte da lettere dell'epoca, ripercorre l'intera biografia di Anne, dall'infanzia ricca di immaginazione alla devozione della gioventù, dalle prime poesie al tanto osteggiato "La signora di Wildfell Hall". Il ritratto che ne esce è quello di una giovane donna dalla mente acuta e sensibile, profondamente legata alle due sorelle più celebri, ma capace di portare avanti una propria individualità e un'autonomia letteraria che per molto tempo ha fatto fatica a venire riconosciuta.
15,00

L'anima dei fiori. Le rose

Matilde Serao

Libro: Copertina morbida

editore: Spartaco

anno edizione: 2020

pagine: 64

Frivole. Serie e austere. Umilissime. Fulgide, superbe. Tenere e orgogliose. Ricche o modeste. Timorose, pie. Provocanti. Appassionate. Per ogni sfumatura di colore, una sfaccettatura del carattere. La rosa è donna per Matilde Serao, «con le sue foglie leggiere e le sue spine pungenti, simbolo eterno della vita». Sembra quasi di vederli quei riccioletti che si chinano, nel sole, su una rosa appena sbocciata, e la mano candida che la innaffia, o il fiore che palpita sul petto della popolana come su quello della dama, in un susseguirsi di bozzetti evocativi, odorosi, sentimentali. Che sia su un altare o su un davanzale, che sia di un pallore accecante o di un rosso esuberante, la rosa, come la donna, non può passare inosservata. Irresistibile come un bocciolo che cominci a mostrare i suoi petali, promessa di delizie, preludio all'abbandono dell'amore. Inebriante, tale da catturare la fedeltà pure del più insospettabile tra gli innamorati.
12,00

Il dio della curiosità. Due interviste ad Andrea Camilleri

Libro: Copertina morbida

editore: Il Canneto

anno edizione: 2020

pagine: 72

Andrea Camilleri è stato sicuramente uno degli scrittori italiani più amati di tutti i tempi. La sua carriera come autore di libri è iniziata tardi, all'età in cui solitamente si comincia a godere della pensione, ma da allora non ha più smesso, fino alla morte avvenuta nel luglio del 2019. In tanti hanno cercato e cercheranno ancora di avvicinare e conoscere più da vicino il genio intellettuale del "padre" del Commissario Montalbano, che prima di intraprendere la carriera letteraria aveva già lavorato come regista e sceneggiatore per il teatro, la radio e la televisione. A quasi un anno dalla sua scomparsa, in questo piccolo volume vengono proposte due interviste che il giornalista Guido Festinese ha avuto modo di fare allo scrittore siciliano nel 2015 nel salotto della sua casa romana: la prima quando gli venne assegnato il Grifo, il premio che la città di Genova conferisce a chi con la sua arte ha saputo farsi ambasciatore del valore e della bellezza della città della Lanterna, e in cui Camilleri si sofferma sul ruolo della città ligure nella sua formazione letteraria; la seconda in occasione della 14ª edizione (2015) della Fiera dell'Editoria "Più Libri Più Liberi", che dal 2002 si tiene ogni anno a Roma.
9,00

Il viaggio in Italia di Goethe. Un omaggio a un paese mai esistito

Libro: Copertina rigida

editore: Skira

anno edizione: 2020

pagine: 384

Ogni anno, i turisti del nord Europa cercano di fuggire dalla loro vita quotidiana nel mondo apparentemente intatto a sud delle Alpi; fuggono verso il "dolce far niente", verso il sole eternamente splendente, verso la divertente vita da spiaggia. Per secoli, la comprensione dell'Italia è stata plasmata da idee stereotipate della vita mediterranea. Prendendo spunto dal Viaggio in Italia di Goethe, questo volume dimostra come già nel XVIII secolo ci fosse un abisso tra le aspettative e le idee sulla natura dell'Italia e la situazione spesso fosca di un Paese politicamente frammentato. Nell'autunno del 1786, il poeta tedesco parte per l'Italia, fuggendo dai confini del suo ufficio verso l'apparente libertà di una vita allegra e spensierata; il viaggio si configura quasi come una fuga e segna un passaggio decisivo per la vita e l'ispirazione del poeta. Nel "paese dei limoni", l'Italia classica del meridione e, più ancora, a Roma, Goethe trova realizzata quella sintesi di natura e arte, passato e presente, spiritualità e sensualità verso cui era proteso, e sente rifiorire tutte le aspirazioni poetiche che il decennio attivistico di Weimar aveva in buona parte represso. Il suo libro "Viaggio in Italia", scritto molto tempo dopo il viaggio, non è un reportage o un diario di viaggio, ma un'opera letteraria e una testimonianza senza tempo del desiderio di un mondo ideale. Un'apposita sezione del volume è infine dedicata alle difficoltà legate a un elaborato e complesso viaggio verso sud nell'era della diligenza. "Viaggio in Italia" (Italienische Reise) è un'opera che Johann Wolfgang von Goethe scrisse tra il 1813 e il 1817 e pubblicò in due volumi, il primo dei quali uscì nel 1816 e il secondo nel 1817. I due volumi contengono il resoconto di un Grand Tour che l'autore compì in Italia tra il 3 settembre 1786 e il 18 giugno 1788. A essi se ne aggiunse un terzo, pubblicato nel 1829, ma inferiore ai primi due, sulla sua seconda visita a Roma.
30,00

Filosofia del ritorno al bosco

Gaia De Pascale

Libro: Copertina morbida

editore: Il Nuovo Melangolo

anno edizione: 2020

pagine: 124

Questo è un libro che ha sognato di essere scritto sulla corteccia di un albero col becco di un picchio nero, e restare ferita aperta in cui abitano funghi, si arrampicano licheni. Questo è un libro che ha provato a fare silenzio nella scrittura, perché chi legge potesse ascoltare la voce del bosco e dei suoi abitanti; reali o fantastici. Questo è un libro per perdersi, godendo dello smarrimento, e anzi trovando in esso gli ultimi scampoli possibili di una salvezza primigenia. Questo è un percorso irto di ostacoli per chi deve imparare a smarrire il mondo per ritrovare se stesso.
9,00

L'acutezza e l'arte dell'ingegno

Baltasar Gracián

Libro: Copertina morbida

editore: AESTHETICA

anno edizione: 2020

pagine: 486

Pubblicata nel 1642, costituisce una delle massime espressioni del Barocco e un punto di passaggio fondamentale della cultura moderna. Il ribelle gesuita elabora infatti un nuovo sistema del pensiero e del linguaggio, e più in generale della comunicazione e della prassi, che, relegato ai margini dalla cultura illuministica e romantica (da Voltaire fino a Benedetto Croce), è ritornato di attualità nell'epoca postmoderna, divenendo un vivo fermento per la meditazione contemporanea sull'arte, sul linguaggio e sulla poesia. Lasciata la sponda della retorica tradizionale e delle precettistiche dell'epoca, "L'acutezza e l'arte dell'ingegno" si avventura nell'impresa di codificare una "teoria nuova di zecca" che permetta di addentrarsi nella selva degli autori antichi e moderni.
28,00

Poesia. Rivista internazionale di cultura poetica. Nuova serie. Vol. 2: Carol Ann Duffy. Sincerità. L'avvilente politica dei nostri tempi

AA.VV.

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 128

Dal 2009 al 2019 Carol Ann Duffy è stata il Poet Laureate della Gran Bretagna, prima donna a ottenere questa nomina dall'inaugurazione della carica nel 1668, durante il regno di Carlo II. Poco prima che scadesse il suo incarico decennale, Duffy ha pubblicato la raccolta Sincerity, in cui coniuga l'interesse per l'attualità e per gli avvenimenti politici e sociali britannici con temi come l'ecologia, l'immigrazione e le discriminazioni di ogni genere. A Carol Ann Duffy "Poesia" dedica la copertina e l'apertura del secondo numero. L'anglista Massimo Bacigalupo è il curatore di un lungo servizio su uno dei massimi poeti inglesi, William Wordsworth, nel duecentocinquantesimo anniversario della nascita. Il servizio presenta inoltre traduzioni di testi finora inediti in italiano. La rubrica curata da Silvio Ramat "La giovinezza della poesia in Italia" si concentra sull'opera di Sergio Corazzini, mentre le letture critiche di opere edite analizzano antologie di Robert Walser e di Leonardo Sinisgalli. Su questo numero sono inoltre ricordati due grandi autori italiani morti nelle ultime settimane: Mario Benedetti e Joseph Tusiani. I testi inediti sono di Maria Grazia Calandrone, che ha scritto poesie sul Corona virus, e dell'esordiente Alessandro Santese. Completa il Sommario un servizio su Mary de Rachewiltz, figlia di Ezra Pound e attenta studiosa dell'opera del padre.
13,00

Il primo libro di Dante. Un'idea della «Vita nova»

Stefano Carrai

Libro: Copertina morbida

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2020

pagine: 141

Se Dante non avesse scritto, negli anni della maturità, quello straordinario poema che è la Commedia, sarebbe rimasto comunque nella storia della letteratura italiana ed europea grazie al capolavoro della sua giovinezza, ossia per aver scritto la Vita nova: storia dell'amore per Beatrice dall'infanzia fino a poco dopo la morte di lei, composta in un misto di poesia e di prosa. Questo saggio intende approfondire la fisionomia del libro d'esordio di Dante, che intreccia autobiografia, storia di un amore, storia di una poetica e spiritualizzazione dell'amore profano. Disamina, questa, non fine a se stessa bensì in funzione del rapporto strettissimo che il testo intrattiene con il grande poema della maturità, di cui costituisce l'antefatto e di cui pone le necessarie premesse sia sul piano narrativo sia su quello dottrinale, al punto da configurare un vero e proprio dittico, quasi che Vita nova e Commedia fossero state concepite come le due metà di una storia sola.
10,00

Quella ricchezza detta povertà. I sentieri di Paolo Bertolani

Paolo Lagazzi

Libro

editore: CARTACANTA

anno edizione: 2020

Avvitandosi in un sentimento molto leopardiano del vero e delle illusioni, del loro reciproco cercarsi e smentirsi, dell'assedio del nonsenso e della necessità di "dimenticare per non morire", la voce di Paolo Bertolani insiste a bruciare sino a liberare faville d'intensissima pietà. "Poveri tutti quelli che vivono" (pòvi tuti quei che viva): poveri gli uomini e i bambini, poveri gli animali... Non c'è che povertà - anche se in essa sta tutta la nostra ricchezza.
13,00

La Pisana. L'eroina italiana dai mille volti

AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: GASPARI

anno edizione: 2020

pagine: 111

Scrivendo nel 1858 "Le confessioni di un italiano", Ippolito Nievo diede vita alla figura femminile più seducente e incantevole della letteratura italiana: la Pisana. Un'eroina moderna, un'apparizione inattesa, fatta di amore, libertà e fedeltà, profondità passionale e adorabili contraddizioni. Un viaggio straordinario tra le parole di scrittori e critici riscoprendo i ritratti dedicati alla Pisana da grandi artisti, come i disegni di Gustavino, di Giuseppe Zigaina, di Tonino Cragnolini, gli acquerelli di Marzio Carletti, i dipinti di Sergio Altieri, le sculture di Arturo Martini e le incisioni di Virgilio Tramontin. La modernità del capolavoro di Ippolito Nievo attraverso l'immagine della sua protagonista. Con saggi di Aldo Accardo, Nicoletta Benvenuti, Luigi Ciceri, Paolo Gaspari, Paolo Medeossi.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.