Il tuo browser non supporta JavaScript!

Letteratura teatrale

La festa delle donne

Aristofane

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 92

«Le donne mi hanno ordito una congiura e, riunite nel tempio delle dee, decideranno per la mia rovina.» Nella Festa delle donne, ambientata ad Atene nel V secolo a.C., le eroine di Aristofane fanno sentire la propria voce riunendosi in assemblea e osando istruire un processo contro un uomo, e non un uomo qualsiasi: Euripide, il più grande poeta del tempo, colpevole di averle "umiliate e offese" nelle sue tragedie. In un susseguirsi di travestimenti, parodie, caricature e altre geniali trovate, questa brillantissima commedia deve però soprattutto alla personalità delle sue protagoniste l'originalità e la forza che ne hanno fatto un classico senza tempo.
4,90

Menecmi. Testo latino a fronte

T. Maccio Plauto

Libro: Copertina morbida

editore: RUSCONI LIBRI

anno edizione: 2020

pagine: 149

Due fratelli gemelli, una moglie ricca e una giovane amante, un servo fedele e un parassita inaffidabile, un banchetto segreto e un mantello rubato: sono questi gli ingredienti che danno vita alla commedia dei Menaechmi, che si struttura attorno allo schema dell'equivoco. I due Menecmi del titolo, identici per uno strano gioco del destino perfino nel nome, sono sulla scena - quasi paradossalmente - l'uno ignaro dell'altro e, in tal modo, generano confusione tra i vari personaggi della pièce, alimentando, con malintesi e ambiguità, una divertente serie di gag in una straordinaria comedy of errors.
12,00

Il misantropo-L'arbitrato. Testo greco a fronte

Menandro

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 259

"Il misantropo" è l'unica commedia di Menandro che ci sia pervenuta pressoché completa (a parte piccole lacune) di tutta la cosiddetta Commedia Nuova dell'antica Grecia. Fu presentata per la prima volta nelle festività delle Lenee nel 317 a.C. e valse a Menandro il primo premio. Il titola dell'opera allude al brutto carattere del protagonista Cnemone. La commedia è messa in moto dal dio Pan, che fa innamorare Sostrato, un ricco ed elegante giovane di città di una ragazza di campagna, figlia di un vecchio misantropo, Cnemone, un contadino che vive in casa con la sua unica figlia e una serva. Della commedia "L'arbitrato" restano ampi frammenti, da cui è possibile dedurre la trama. Il pastore Davo, che il giorno precedente aveva trovato un neonato, si fa convincere dal carbonaio Sirisco ad affidargli il pargolo, ma trattiene per sé i suoi effetti personali. Sirisco li reclama per il trovatello. Per dirimere la controversia, i due stabiliscono di rivolgersi a un arbitro, scegliendo casualmente il vecchio Smicrine. Questi è in realtà, senza saperlo, nonno del piccolo, in quanto sua figlia Panfile, poco prima di sposarsi, era stata violentata da uno sconosciuto.
14,00

Le commedie di Pulcinella e altre commedie

Eduardo Scarpetta

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2020

pagine: 352

Sono qui raccolte le commedie di Eduardo Scarpetta nelle quali compare Pulcinella. Che sia protagonista, comprimario, comparsa, questa figura, nata nel Cinquecento e fiorita nelle rappresentazioni della commedia dell'arte, ha incarnato per secoli il "tipo napoletano". Compresa una certa accezione non del tutto positiva: Pulcinella viene dalla plebe, è un personaggio frenetico e a tratti triviale, lazzarone e a tratti servile, maneggione e furbesco, capace di risolvere le situazioni difficili strappando un sorriso. Accanto a lui, non di rado compare l'altra grande reinvenzione di Scarpetta, Felice Sciosciammocca (che poi sarà portato al successo al cinema nell'interpretazione di Totò).
4,90

Miseria e nobiltà e altre commedie

Eduardo Scarpetta

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2020

pagine: 222

Eduardo Scarpetta visse nel teatro e per il teatro. Egli scrisse per far ridere a ogni costo, aggirando la mente, saltando a pie' pari le mediazioni del pensiero, assolutamente convinto che solo l'ilarità potesse offrire all'uomo l'occasione, la possibilità e il mezzo per difendersi dalla ripetitività del quotidiano e dai suoi meccanismi che demoliscono i sogni, le aspirazioni, la volontà stessa. Per Scarpetta solo il teatro possiede gli strumenti per costruire un'oasi di evasione, arrivando a forzare imprevedibilmente il ruolo e i limiti della fantasia. Sono qui raccolte quattro delle sue commedie più famose, tutte trasposte al cinema, a partire da Miseria e nobiltà, il suo capolavoro, del quale resta immortale la versione del 1954, diretta da Mario Mattioli, in cui Totò ha il ruolo del protagonista, Felice Sciosciammocca. Contiene oltre a "Miseria e nobiltà": "Lo scarfalietto", "Tre pecore viziose", "Il romanzo di un farmacista povero".
4,90

'Nu turco napulitano e altre commedie

Eduardo Scarpetta

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2020

pagine: 212

"'Nu Turco napulitano" è una delle commedie più famose di Eduardo Scarpetta: scritta nel 1888, dopo innumerevoli repliche che la resero quasi un classico, fu trasposta per il cinema nel 1953, per la regia di Mario Mattoli, con l'immortale Totò nei panni del protagonista, Felice Sciosciammocca. Anche gli altri testi teatrali qui raccolti ebbero delle riduzioni cinematografiche: "La nutriccia" (la commedia è del 1882, il film del 1914); "Il medico dei pazzi" (la commedia è del 1908, il film del 1954, regia di Mattoli, con Totò), "Il non plus ultra della disperazione" (commedia del 1880, da cui fu tratto nel 1914 il film Un antico caffè napoletano). Completa il volume la commedia "Tetillo", tratta da un'opera del drammaturgo Hennequin.
4,90

Tutto il teatro

Salvatore Di Giacomo

Libro: Copertina morbida

editore: 2M

anno edizione: 2020

pagine: 168

Scriveva Benedetto Croce nel 1903 che «'O voto» e «'O mese mariano» di Salvatore Di Giacomo «sono tra le pochissime opere del teatro italiano contemporaneo, le quali appartengono al mondo dell'arte» (l'autore non aveva ancora scritto il suo capolavoro, Assunta Spina). È impossibile, infatti, cogliere le linee della scena napoletana fra Ottocento e Novecento senza partire da Di Giacomo. È lui il capofila di un "teatro d'arte" - che si contrapponeva al teatro popolaresco, troppo elementare e approssimativo per i gusti di un pubblico colto - capace di far vivere nei suoi drammi le attese, le frustrazioni, le speranze e la vita quotidiana della Napoli fra Otto e Novecento.
4,90

La commedia degli errori. Testo inglese a fronte

William Shakespeare

Libro: Copertina morbida

editore: Sagoma

anno edizione: 2020

pagine: 224

I motivi per leggere questo libro: Perché è una delle prime commedie di Shakespeare. Perché è la sua commedia più farsesca. Perché è un fulgido esempio di comicità "slapstick". Perché la sua efficacia è tale da essere stata adattata per l'opera, il cinema, il teatro, la TV e il musical. Perché il meccanismo comico del doppio, qui elevato all'ennesima potenza, fa ridere da sempre, da Plauto a Cattivissimo Me.
13,50

Corti. Vol. 1: Copioni per lettori, registi, attori e compagnie di teatro

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2020

pagine: 133

Nove autori per undici corti teatrali scelti tra decine e decine di opere arrivate in risposta al bando "La Scena Nova - Corti Vol. I" Sono storie che raccontano il nostro tempo così dormiente ma così desideroso di risveglio, perché il Teatro è da sempre una delle armi più potenti per una rivoluzione delle coscienze. Per questo abbiamo cercato quei testi che oltre alla sostanza avessero anche il vapore acqueo dei sentimenti più profondi ed opposti e che, come sottolineano i 99 Posse in uno dei loro brani più famosi, riuscissero a raccontare le impercettibili sfumature presenti in ogni personaggio descritto dagli autori. Impercettibili sfumature così difficili da dimenticare così decise da trasformare sorrisi in lacrime. Impercettibili sfumature così decise da trasformare cieli grigi in giornate di sole il coraggio in mille paure.
15,00

Monologhi. Vol. 1: Copioni per lettori, registi, attori e compagnie di teatro

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2020

pagine: 86

Otto autori per tredici monologhi teatrali scelti tra decine e decine di testi arrivati in risposta al bando "La Scena Nova - Monologhi Vol. I". Storie da leggere, emozioni da vivere e personaggi da incarnare. Sono opere che parlano di noi, del nostro tempo, delle nostre paure e delle nostre speranze. Materiale vivo con cui attori e registi potranno confrontarsi per dare un segno tangibile della loro arte. Perché come dice Oreste Campese al prefetto De Caro nel primo atto de L'arte della Commedia di Eduardo De Filippo: Campese - Il teatro non è morto, Eccellenza, il teatro è vivo e vitale. De Caro - Ma se fosse vivo darebbe altri risultati. Campese - E la confusione dove la mettiamo? È un fatto scontato che il teatro deve essere lo specchio della vita umana, riproduzione esatta del costume e immagine palpitante di verità; di una verità che abbia dentro pure qualcosa di profetico.
15,00

Il giudizio universale

Anna Bonacci

Libro: Copertina morbida

editore: Storia e Letteratura

anno edizione: 2020

pagine: 92

"Il giudizio universale" è una commedia di spregiudicata attualità che mette a nudo le ipocrisie, le menzogne, le miserie morali di una onesta e austera famiglia borghese nella Vestfalia del 1880. Al termine di una lunga notte che vede ogni personaggio svelare orribili segreti e maneggiarli come pugnali appuntiti, l'annunciato «giudizio» non avviene, e le ferite aperte dalle reciproche confessioni si rimarginano all'alba, senza lasciare tracce visibili. Qui riproposto in volume, il testo pone ancora oggi interrogativi sulla natura bifronte dell'animo umano.
15,00

La memoria gatta

Igor Esposito

Libro: Copertina morbida

editore: Magmata

anno edizione: 2020

pagine: 80

"Amo il diverso perché non è mai uguale al mio sale. Amo chi sa ascoltare l'oscurità del male e senza l'elettrica luce della sera amo scavare dentro il mio, il tuo, il nostro buio. Amo chi scrisse: amo d'un amore immutabile e fedele. Amo dissipare il verbo amare, amo giocare e più infinitamente guardare il mare." Prefazione di Elio Pecora. Con una lettera di Laura Betti.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.