Il tuo browser non supporta JavaScript!

Studi interdisciplinari

Conoscenza, competenza, creatività, crescita. Il capitale immateriale per l'Italia di domani

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2021

pagine: 192

Il libro raccoglie una serie di contributi sul tema del capitale immateriale, della ricerca scientifica e delle conoscenze, dalle teorizzazioni di Antonio Ruberti sino all'attuale panorama dello spazio europeo della ricerca. Esponenti del mondo della cultura, della scienza, dell'economia e della formazione superiore si confrontano con i possibili futuri cambiamenti dell'idea del capitale immateriale, incardinata in quattro parole chiave - conoscenza, competenza, creatività, crescita - che racchiudono una proposta concreta per lo sviluppo e per la rinascita dell'Italia di domani. Introduzione di Gianni Letta. Postfazione di Francesco Coccopalmerio. Contributi di M. Alì, A.M. Alfieri, G. Ardito, A. Catricalà, A. Cocozza. G. Colalucci, T. D'Acchille, C. Gaudio, P. Lasalvia, L. Maffei, S. Monaco, M. Morcellini, L. Moschini, G. Novelli e F. Zedda, G. Paini e C. Marinucci, W. Ricciardi.
18,00

Trovare le parole. Abbecedario per una comunicazione consapevole

Federico Faloppa, Vera Gheno

Libro: Copertina morbida

editore: EGA-Edizioni Gruppo Abele

anno edizione: 2021

pagine: 224

I rapporti sociali sono fondati sulle parole, senza le quali si ridurrebbero a poca cosa. Da sempre. Ma oggi il peso delle parole è accresciuto dalla moltiplicazione e dalla pervasività dei mezzi di comunicazione e, soprattutto, dei social. Accade così che le parole, sganciate dal contatto fisico tra le persone, diventino incontrollate. Ciò ne favorisce un uso improprio e, talora, aggressivo. Con conseguenze gravissime, sul piano personale e su quello sociale, quando sfociano in "discorsi d'odio". Riappropriarsi delle parole, del loro senso, delle loro implicazioni, della loro portata comunicativa è, dunque, l'imperativo della nostra epoca. Per farne un uso consapevole, anche ricorrendo a un abbecedario ragionato.
15,00

Perché, cosa e come comunicare all'interno dell'azienda

Silvana Frascheri

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 80

Saper comunicare nel modo giusto è uno degli obiettivi più complessi per le moderne aziende. Talvolta non bastano interi uffici preposti al marketing e alla comunicazione, serve una preparazione specifica e intelligente. In questa agile guida pratica Silvana Frascheri descrive in modo semplice e costruttivo i motivi per i quali una comunicazione efficace ed efficiente sia utile e possa portare indubbi vantaggi competitivi a un'azienda e ai suoi manager. Dal "cosa" comunicare al "come", andando oltre la dimensione puramente verbale, fino al "public speaking", il testo fornisce tutti gli elementi essenziali su cui riflettere per diventare dei perfetti comunicatori, sia con i propri collaboratori che con i clienti. L'ultima parte del libro propone degli esercizi per fare pratica: mai come nella comunicazione infatti c'è bisogno di un costante orientamento al miglioramento, individuando i propri punti di forza e di debolezza. Siete pronti? La scusa che non si ha tempo non regge più. Comunicare nei termini e nei modi "giusti" fa guadagnare tempo e risorse. Provare per credere.
12,90

La scrittura. Ideologia e rappresentazione

Armando Petrucci

Libro: Copertina morbida

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2021

pagine: 352

"Eppure i muri delle città italiane non sono ritornati «puliti»; eppure i lucidi manifesti della pubblicità commerciale e di quella politica non sono rimasti soli a riempire gli spazi urbani con i loro eleganti segni, con i loro rassicuranti ed elementari messaggi. Qua e là, in modo disordinatamente aggressivo, compaiono ancora comparti di scritte spontanee, fatte di simboli, di slogan, di nomi. La guerriglia continua, assale monumenti ed edifici, compare ora sui muraglioni lungo i corsi d'acqua e le linee ferroviarie, ora sui recinti delle fabbriche; esplode accanto agli stadi o nelle borgate dormitorio; riappare nelle università e nelle scuole, si rifugia nelle peri - ferie, insozza improvvisamente saracinesche e cartelli stradali, deforma manifesti, ricopre statue: esiste, insomma. "Scritte presenti dappertutto, dipinte, graffite, incise, sospese su tabelle lignee o tracciate su riquadrature bianche, ... ora pubblicitarie, ora politiche, ora funerarie, ora celebrative, ora pubbliche, ora privatissime, di appunto o di insulto, o di scherzoso ricordo..." La città romana d'epoca imperiale descritta da Armando Petrucci non somiglia affatto al muto corteo di mura che le rovine di oggi suggeriscono: al contrario, quei muri grondano di scritture presenti ovunque, ma "con qualche preferenza, è vero, per alcuni luoghi deputati, piazze, fori, edifici pubblici, necropoli, ma soltanto per le più solenni." Tutto questo sembra sparire con la fine del mondo classico, quando l'alfabeto cessa di essere un mezzo di espressione alla portata di tutti e nelle città, prive dei grandi spazi del passato, i luoghi privilegiati di trasmissione del discorso pubblico saranno le chiese, luoghi dove la comunicazione attraversa i canali dell'oralità e della visualità. Dopo l'anno Mille, tuttavia, qualcosa accade: quegli stessi muri ricominciano pian piano a parlare, e l'arte della scrittura inizia il viaggio che Petrucci descrive in questo libro. "La scrittura. Ideologia e rappresentazione" è al tempo stesso un profilo storico dell'epigrafia italiana e, in senso più ampio, la storia culturale di ogni manifestazione della visualità dello scrivere e del suo significato ideologico. Passando in rassegna forme, materiali, destinazioni d'uso e attraversando le epoche, da Roberto il Guiscardo a Federico II, dalla Roma di Sisto V e di Michelangelo fino all'esplosione dell'arte tipografica, e ancora dalla rivoluzione industriale ai totalitarismi del XX secolo e fino alla "guerriglia continua" delle scritte sui muri nelle nostre città, Armando Petrucci svela il profondo significato politico della scrittura scolpita, graffita, dipinta, esposta con orgoglio o furtivamente tracciata, ma in nessun caso neutrale.
28,00

La comunicazione nella gestione delle emergenze. Come operare nel pre - durante - post evento

Anna Zuccaro

Libro: Copertina morbida

editore: FLACCOVIO DARIO

anno edizione: 2021

pagine: 172

Sei in cerca di una panoramica, ordinata e quanto più possibile operativa, delle dinamiche comunicative che intervengono nelle emergenze? Con una suddivisione macro tra momenti pre, durante e post evento, questo libro delinea obiettivi, protagonisti e strumenti delle diverse fasi, e si propone quale mezzo funzionale per comprendere la teoria ma soprattutto poter agire nella pratica. A disposizione, una prospettiva privilegiata a cui affidarsi, quella di chi per professione conosce le dinamiche evolutive della comunicazione e per indagine personale e volontaria è arrivata a partecipare a situazioni d'emergenza. Scopo finale è mostrarti come divenire una figura attiva nella comunicazione delle situazioni critiche, ben prima che queste avvengano. Ovvero, fin da ora. Prefazione di Postiglione Titti.
23,00

Come i media italiani (non) parlano di violenza di genere

Laura Montecchio

Libro: Copertina morbida

editore: GRUPPO ALBATROS IL FILO

anno edizione: 2021

pagine: 76

Un'incursione acuta e puntuale nel mondo dei media per indagare come vengono affrontati i casi di violenza di genere. Si scopre che nei giornali, nei programmi tv non solo ci sono quelli che imputano parte della responsabilità a chi ha subito violenza, ma più sottilmente spesso si usano un linguaggio e delle metodologie che pilotano il giudizio del lettore/telespettatore in modo subdolo elencando per esempio le caratteristiche di buon cittadino di chi in preda a un raptus uccide. Si intervistano conoscenti che ne parlano come di una brava persona, un gran lavoratore. Della vittima molte volte invece si evidenziano ipotetiche abitudini e frequentazioni discutibili suggerendo quasi che se la sia cercata. L'autrice cita esempi anche di programmi tv notissimi che solitamente vengono percepiti come schierati dalla parte dei più deboli ma che possono contenere una certa leggerezza nel presentare determinati atteggiamenti riprovevoli. Interessante anche come si affronti in modo differente l'argomento quando si tratta di colpevoli stranieri. E qui si aprono altri scenari in cui la vittima è davvero finalmente vittima, ma solo perché insidiata dall'extracomunitario che osa appropriarsi della "roba" nostra, come si sentirebbe dire da qualcuno al bar, a casa, con i colleghi.
12,50

Immagini parassita e fashion communication tra etica e creatività

Paolo Schianchi, Mariagrazia Villa

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2021

pagine: 236

Il volume esplora un importante nodo gordiano della cultura visuale contemporanea: il rapporto tra la fashion communication e le cosiddette "immagini parassita", ossia le immagini che, per la loro piacevolezza visiva, bypassano il senso critico di chi le osserva. Nella prima parte del libro ci si sofferma sulle questioni connesse alla creazione e alla diffusione delle immagini parassita nell'ambito della moda e alla riflessione filosofica che ne può scaturire alla luce della visual ethics. Nella seconda parte ci si concentra sul campo d'indagine della ricerca universitaria effettuata presso l'Istituto Universitario Salesiano Venezia-Verona (IUSVE) da metà 2019 a tutto il 2020, dedicata alle immagini parassita nella fashion communication, restituendone milieu culturale e sociale, progettazione e metodologia. Le conclusioni confermano che, più gli osservatori negano di aver interiorizzato delle immagini parassita, più ne sono carichi, perché ciò che manca loro è un pensiero critico che si trasformi in un atto di visione consapevole.
16,00

Slogan machines. La comunicazione politica nell'era del populismo

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 210

Il libro affronta la questione del populismo moderno, con particolare attenzione per il versante italiano e a partire da una delle caratteristiche che maggiormente lo qualificano, lo scadimento dei codici dialettici utilizzati dal personale politico. Il testo si compone di quattro saggi, scritti da studiosi che hanno percorsi accademici e professionali diversi e che, dunque, affrontano il tema in oggetto da prospettive differenti, unificate appunto dall'atteggiamento critico verso un fenomeno che ha avuto nella storia diverse declinazioni, ma che, pur presentandosi sotto numerose vesti, mostra una certa continuità essenziale. Uno dei compiti che si propone il libro è, in questo senso, quello di comprendere al meglio l'attualità alla luce delle fratture e le continuità con il passato. Un'ampia appendice presenta le risposte di vari studiosi ed esperti a un questionario sui temi affrontati nel testo.
15,00

Senza ripari. Segni, differenze, estraneità

Susan Petrilli

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2021

pagine: 452

«La semiotica, la scienza generale dei segni, risulta in questo libro come la prospettiva secondo la quale considerare le cose, quelle che ci riguardano inesorabilmente. E le cose stanno così: non ci sono ripari. Siamo globalmente tutti coinvolti e ciò che ci coinvolge, senza possibilità di sottrarsi, di defilarsi, di esonerarsi, è la vita. La comunicazione globale, la globalizzazione, ha mostrato in tutti i suoi aspetti e in tutte le sue conseguenze questa situazione inconfutabile: il coinvolgimento di tutti nell'intera vita del pianeta. E, un po' per volta, si comincia a prenderne atto. Anche se, a livello planetario, si è ancora ben lontani dal rendersene conto del tutto, fino a poterne trarre le dovute conseguenze in una nuova progettazione sociale, ben diversa dall'ideologica dominante. Coloro che si sono occupati di segni - di lingue, di linguaggi, di culture, di forme sociali, di ideologie, di rapporti interpersonali, di scritture letterarie -, e non solo coloro che hanno direttamente partecipato alla costituzione e allo sviluppo della semiotica come scienza, hanno contribuito a evidenziare quella ineludibile relazione che Emmanuel Levinas ha indicato come etica: l'inestricabile intrico nella relazione con altri, dunque il coinvolgimento della propria vita in quella altrui, l'inevitabilità del dover rispondere dell'altro e all'altro. In questa situazione "senza ripari", si tratta effettivamente, come dicono il titolo e il sottotitolo di questo libro, di ripensare e riconsiderare i segni, le differenze, le estraneità...» (Dalla Presentazione di Augusto Ponzio)
30,00

Ad ogni buon conto. Indagini sulle lacune nella memoria propria e altrui

Felice Accame

Libro: Copertina morbida

editore: Biblion

anno edizione: 2021

pagine: 106

In Ad ogni buon conto Felice Accame indaga, attraverso una serie di saggi inediti, la formazione dei ricordi e dei loro falsi nei recessi della memoria propria e collettiva. Secondo la tesi dell'autore i falsi ricordi si producono secondo una logica della "contiguità" nella sfera nozionale, nella mappa semantica, nel sistema classificatorio inconscio che, bene o male, adottano tutti gli organismi viventi. Ma una volta prodotti - a maggior ragione se li categorizziamo come rilevanti per le nostre vite - tendono a metter radici. Per estirparle occorre saper rinunciare ad un intero sistema di credenze.
10,00

Introduzione alla semiotica dell'educazione

Giuliano Falco

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2021

pagine: 200

Compito di questo volume è quello di introdurre il lettore alla semiotica dell'educazione. Questa disciplina particolare nasce dall'incontro della semiotica generale di Umberto Eco con la pedagogia teorizzata da Mario Gennari e dalla Scuola Genovese. La scienza dei segni ha radici antiche, trovando origine nelle riflessioni linguistiche dei filosofi greci e, in particolare, di quelli appartenenti alla Scuola Stoica. Formalmente essa nasce, molti secoli dopo, con la semiotica cognitiva di Charles S. Peirce e si arricchisce con quella interpretativa di Umberto Eco. Su queste basi sorge, nel nostro paese, la semiotica dell'educazione che è una semiotica specifica, grazie al lavoro di Mario Gennari che, nel 1984, pubblica Pedagogia e semiotica. Introduzione alla semiotica dell'educazione riprende il discorso semiotico-pedagogico iniziato da Mario Gennari introducendovi nuovi strumenti e collegandolo ad altre discipline, quali la neurobiologia e la biologia. Molti costrutti erano già presenti nel volume del 1984, mentre altri sono stati inseriti e accennati, in un'ottica sistemica, senza dimenticare le radici filosofiche e i legami con la filosofia della formazione dell'uomo.
13,00

Rigore e immaginazione. Percorsi semiotici sulle scienze

Paolo Fabbri

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2021

pagine: 152

In una lunga intervista raccolta in più momenti da Pino Donghi, tra il 2017 e il 2020, Paolo Fabbri ripercorre le vicende e gli snodi della più rigorosa delle discipline inattuali. La semiotica, da passione che travolse gli intellettuali a partire dagli anni Cinquanta, è oggi diventata una disciplina riconosciuta e, soprattutto, un atteggiamento mentale diffuso di curiosità rispetto ai linguaggi e ai discorsi della cultura sociale. Ivi compreso il discorso scientifico. Con il suo sguardo lucidissimo, Paolo Fabbri, uno dei grandi protagonisti internazionali della ricerca intorno ai sistemi di significazione, ripercorre fortune, inciampi, idee, passioni, lotte accademiche e idiosincrasie personali di un'avventura entusiasmante. Ne escono ritratti gustosi di alcuni protagonisti assoluti del dibattito culturale italiano e non solo: Umberto Eco, Roland Barthes, Tullio De Mauro, Pino Paioni, Claude Lévi-Strauss e ovviamente Algirdas Julius Greimas, il maestro di Fabbri e di una generazione di studiosi. Postfazione di Stefano Traini.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento